Nba, risultati 17 Gennaio: Gallinari dice 23, San Antonio da urlo

Pubblicato il autore: show80 Segui

risultati nba

Minnesota Timberwolves – Phoenix Suns 117-87
MIN: Towns 14, Wiggins 18, Rubio 18, Muhamamd 11, LaVine 11, Dieng 15, Martin 11
PHX: Morris 17, Booker 11, Knight 20

Dopo 12 sconfitte nelle ultime 13 partite Minnesota stravince contro Phoenix, altra squadra deludente in questa stagione,  e domina dall’inizio alla fine. Andrew Wiggins è subito protagonista della partita e mette in difficoltà la difesa dei Suns. Ma ottima è stata anche la prestazione del duo Rubio-Towns. Phoenix, nel terzo quarto,  rimonta dal -14 arrivando fino al -9  ma Minnesota si riporta subito sul +18, Phoenix tramortisce al tappeto e subisce l’umiliazione di perdere con un trentello di scarto.

 

Oklahoma City Thunder – Miami Heat 99-74
OKC: Durant 24 (10 rimb), Ibaka 19, Westbrook 13 (10 rimb, 15 ass), Waiters 18
MIA: Bosh 12, Whiteside 14 (11 rimb), Wade 22, Johnson 16

La tripla-doppia di Westbrook, ormai è quasi di rito (13+10+15) e Oklahoma City batte Miami che regge solo nel 1° tempo con il primo periodo che finisce 44-42.  Dal 3° quarto la storia cambia radicalmente con Miami che tira sotto il 50 per cento dal campo ( finirà la partita a 74 punti, minimo stagionale) e con OKC che scappa subito sul 17-2. Durant chiude con 24 punti e 10 assist mentre Miami perde la battaglia sotto canestro con i rimbalzi con Bosh ( 5/16) e Deng ( 0/5) molto al di sotto delle loro potenzialità. Per Miami è la quarta sconfitta in cinque gare scendendo al 5° posto ad Est.

 

San Antonio Spurs – Dallas Mavericks 112-83
SAS: Leonard 15, Aldridge 23, Diaw 16, Simmons 14
DAL: Matthews 12, Powell 15, McGee 5 (10 rimb)

San Antonio, sul parquet di casa, è un rullo compressore e prosegue a 33 la striscia di vittorie consecutive in casa. Mattatore della serata è Aldridge che ripaga la fiducia con 23 punti, con 15 tiri e 7 rimbalzi. Eppure i primi 10 minuti  sono i peggiori della stagione con soli 3 canestri dal campo e un primo quarto finito 14-16. Nel secondo e terzo quarto è un’altra sinfonia per gli uomini di Popovich che  realizzano 64 punti subendone 40.  La brutta notizia è l’infortunio di Tony Parker che ha lasciato il campo nel terzo quarto.

 

Denver Nuggets – Indiana Pacers 129-126
DEN: Gallinari 23, Faried 13, Jokic 18, Harris 20, Mudiay 10, Foye 12, Barton 21
IND: George 19, Ellis 24, Turner 25, Miles 12, Young 15

Gallinari: 23 pt (5/7, 1/4, 10/10), 4 rimb (2 off), 2 assm 2 rec, 4 perse in 23’

Gallinari ancora protagonista con 23 punti, top scores dei Nuggets, con una partita compromessa dai falli quando è dovuto uscire nell’intensissimo finale di una partita giocata a viso aperto e senza difendere minimamente.  La partita, avvincente, è stata decisa dalla tripla di Randy Foye che ha regalato, a 20” dalla fine, il decisivo +3 ai suoi (129-126 il finale).   Paul George chiude con 19 punti, ma sbaglia, nell’ultimo minuto, 2 tiri decisivi per il pareggio. Emmanuel Mudiay è stato il salvatore di Denver stoppando, per un eventuale overtime, Paul George.

 

Los Angeles Lakers – Houston Rockets 95-112
LAL: Randle 12, (11 rimb), Williams 20, Clarkson 15, Russell 12, Browns 10
HOU: Ariza 13, Capela 14 (11 rimb), Howard 14 (15 rimb), Harden 31m Lawson 12, Thornton 10, Harrell 10

James Harden Superstar ne fa 31 e Houston vince senza troppe preoccupazioni contro i Lakers, ritornando alla vittoria dopo la sconfitta contro Cleveland.  L’ex Dwight Howard infila la nona partita di fila in doppia doppia: in questa serie viaggia a 18.9 punti e 13.4 rimbalzi di media.  Dopo un 1° tempo equilibrato (57-60) gli ospiti mettono la freccia e vincono in scioltezza con i derelitti Lakers. Kobe Bryant chiude con 5 punti con 5 tiri e 4 perse ( ha giocato con il ginocchio dolorante. , coi soli Williams e Clarkson a portare punti, perdendo in maniera netta la battaglia a rimbalzo. 

 

 

 

 

 

  •   
  •  
  •  
  •