In NBA volano Warriors e Spurs, Curry ne fa 39

Pubblicato il autore: Giovanni Cardarello Segui
Stephen Curry

Stephen Curry

Nuova vittoria per Golden State che nella notte Nba supera 122-110 gli Indiana Pacers ottenendo la 40° vittoria su 44 gare in stagione. Il più applaudito della Oracle Arena è il solito Stephen Curry autore di una tripla doppia, la settima della carriera, con 39 punti, 12 assist e 10 rimbalzi a referto. Il 38° successo consecutivo tra le mura amiche, 20 su 20 in stagione, porta i Warriors a ottenere la terza posizione assoluta nella storia Nba in termini di vittorie di fila davanti al proprio pubblico. Alle spalle di Curry da segnalare l’apporto di Draymond Green con 22 punti e i 18 di Klay Thompson nella sfida che ha visto il ritorno in panchina di coach Steve Kerr.  Male Indiana (23-20) che ha in Myles Turner il suo miglior marcatore con 31 punti e 8 rimbalzi.

Leggi anche:  Marco Belinelli alla Virtus Bologna: clamoroso ritorno in patria. Ecco i dettagli dell'affare

Tredicesima vittoria consecutiva per gli Spurs, San Antonio piega 108-95 i Lakers. A spingere la franchigia texana (38-6) l’argentino Manu Ginobili che mette a segno il suo miglior score della stagione con 20 punti, 18 per Kawhi Leonard. Il più applaudito dal pubblico dello Staples Center è Kobe Bryant, 5 punti, festeggiato in occasione del decimo anniversario dalla prova monstre contro Toronto del 2006 quando mise a segno in una sola gara 81 punti, secondo miglior punteggio nella storia dell’Nba.  Per quanto riguarda Los Angeles (9-36) D’Angelo Russell chiude con 18 punti.

Per quanto riguarda gli azzurri perdono i Brooklyn Nets (11-33) di Andrea Bargnani ko 108-86 contro gli Utah Jazz (19-24). Prestazione opaca per il Mago, che colleziona oltre 21′ sul parquet ma chiude con appena 6 punti (3/7 dal campo con 0/1 da tre), un rimbalzo, un assist, una palla persa e una stoppata. Ad affondare davanti al pubblico di casa i Nets i canestri di Gordon Hayward, 21 punti, e Rodney Hood, 16 per Utah. Il migliore di Brooklyn, alla quinta sconfitta consecutiva è Bojan Bogdanovic, 14 punti, seguito da Willie Reed con 12.

Leggi anche:  Marco Belinelli alla Virtus Bologna: clamoroso ritorno in patria. Ecco i dettagli dell'affare

Quinta sconfitta consecutiva per Brooklyn, travolta per 108-86 da Utah. Prestazione opaca per Andrea Bargnani, che colleziona oltre 21′ sul parquet ma chiude con appena 6 punti (3/7 dal campo con 0/1 da tre), un rimbalzo, un assist, una palla persa e una stoppata. Il migliore dei Nets e’ Bogdanovic con 14 punti, i Jazz ringraziano un Hayward da 21 punti e 9 assist.

I RISULTATI

  • Orlando Magic-Charlotte Hornets 116-120 (ot);
  • Boston Celtic-Chicago Bulls 110-101;
  • Brooklyn Nets-Utah Jazz 86-108;
  • New York Knicks-Los Angeles Clippers 88-116;
  • Houston Rockets-Milwaukee Bucks 102-98;
  • Toronto Raptors-Miami Heat 101-81;
  • Dallas Mavericks-Oklahoma City Thunder 106-109;
  • Golden State Warriors-Indiana Pacers 122-110;
  • Los Angeles Lakers-San Antonio Spurs 95-108.
  •   
  •  
  •  
  •