Risultati NBA 12 gennaio: Spurs, 9° successo in fila. Ai Cavs serve un overtime (VIDEO)

Pubblicato il autore: Valerio Mingarelli Segui

risultati nba
Quali sono stati i risultati NBA 12 gennaio? Vediamoli subito! Lo aveva detto a chiare lettere Ettore Messina due giorni fa: i San Antonio Spurs hanno ancora margini di crescita. E a vedere il ruolino di marcia dei texani, vien da credergli: nella notte i ragazzi di coach Popovich colgono sul campo dei Detroit Pistons (99-109) la loro nona vittoria in fila mandando l’ennesimo segnale-ruggito ai Golden State Warriors: chi vuole l’anello dovrà passare sul loro cadavere. A trascinare gli Spurs, la vecchia guardia: Tony Parker griffa una serata da 31 punti, Manu Ginobili da 25: in questo modo il gioco è sin troppo facile per i neroargento. Detroit ha i soliti 17+10 di Drummond, ma nulla può contro le geometrie dell’avversario. Proseguiamo il racconto dei risultati NBA 12 gennaio parlando dei Cleveland Cavaliers: contro i Dallas Mavericks serve un overtime a Lebron (27) e compagni per tornare a casa con la parte buona del referto (107-110). Più del “Prescelto”, decisivo Kyrie Irving, che fattura 22 punti e 9 assist: la prima scelta del draft 2011, noto ai più col nomignolo di “Uncle Drew”, è pienamente recuperato per la gioia di David Blatt. I Mavs possono consolarsi invece sulla miglior partita dell’anno di Parsons, autore di 25 punti e tornato per una notte ai suoi livelli.

Risultati NBA 12 gennaio: piccola crisi per i Bulls

Chicago, che succede? Lo scettro di team più strano della Nba va senz’altro ai Bulls: dopo un avvio di gennaio arrembante, il giocattolo nell’Illinois pare essersi inceppato. A Milwaukee, nonostante i 30 di Jimmy Butler, Chicago si schianta (106-101) contro la furia Antetokounmpo (29 punti) e perde un’occasione preziosa per tenere il treno di vetta a Est: a questo punto Cleveland è inarrivabile per i ragazzi di coach Hoiberg. Frenato da problemi al ginocchio, Derrick Rose diviene una zavorra per i suoi e chiude la gara sul 3/9 e con soli 9 punti. Proseguiamo con i risultati NBA 12 gennaio. Vittoria convincente invece per gli Houston Rockets, che sbancano la “Piramide” di Memphis con una prova roboante (91-107) grazie al solito James Harden (25), ma soprattutto con un Dwight Howard tornato ai vecchi fasti (17 con 14 rimbalzi). Un segnale importante, in una corsa playoff che a ovest si preannuncia avvincente: proprio Memphis e Houston saranno due team che faranno a sportellate per un buon piazzamento sulla griglia della post season. Chi invece non ha chanche e vedrà quasi certamente la stagione concludersi ad aprile sono i Phoenix Suns, demoliti dagli Indiana Pacers con un netto 116-97: sono George (21) e Miles (19) a scavare il solco che conduce i Pacers a una comoda vittoria. Per il team dell’Arizona è notte fonda: si salva solo il rookie Booker, in crescita esponenziale nell’ultimo mese e autore anche stanotte di una prestazione più che convincente (19 punti).

Risultati NBA 12 gennaio: Los Angeles vince anche senza Bryant

Lakers: che musica senza Kobe. Prosegue anche il discreto momento dei Los Angeles Lakers: ancora senza il Black Mamba, i californiani domano in casa i sempre più spaesati New Orleans Pelicans (95-91) per la gioia dello Staples Center: uomo guida dei Lakers è ancora Lou Williams, che chiude la nottata con 19 punti e 8 assist, oltre ad alcune giocate decisive. I Pelicans, dal canto loro, senza Anthony Davis sono davvero poca cosa ed è andata sin troppo di lusso l’impresa di rimanere in gara per tutto il match. A proposito di fasi positive: grazie a Kristaps Porzingis (26) i New York Knicks fanno un sol boccone dei Boston Celtics (120-114) e agguantano la 20esima vittoria stagionale dal forte gusto playoff. Ai Celtics non basta la prova maiuscola di Thomas (34). A Boston manca un po’ di killer istinct quando il gioco si fa duro. Chi invece ama il pallone che scotta è Kevin Durant, che ne mette 30 nel successo esterno dei suoi Thunder a Minneapolis contro i Timberwolves (96-101): a dargli man forte come sempre il solito Westbrook (22 conditi da 11 assist).

Sotto il recap della sfida tra Dallas e Cleveland.

https://www.youtube.com/watch?v=efhH6pd5OD0

  •   
  •  
  •  
  •