Risultati NBA 22 febbraio: Cleveland cade, Golden State a passo di record (VIDEO)

Pubblicato il autore: Valerio Mingarelli Segui

risultati nba
Il “Monday night” Nba regala subito quel risultato che non ti aspetti. Nel derby dei “Grandi Laghi” tra i Cleveland Cavaliers e i Detroit Pistons, i secondi si prendono lo scalpo dei primi (88-96). Sul banco degli imputati proprio Lebron James (foto), in serata decisamente no al tiro (solo 12 punti per lui). Al team dell’Ohio non basta un grande Kyrie Irving (30 punti): Detroit marcia spedita col solito Jackson (23) e con un Drummond padrone assoluto della zona pitturata con 16 punti e 15 rimbalzi. Chi invece non lascia neanche una briciola agli avversari sono i Golden State Warriors, che da stanotte sono la qsquadra più precoce nell’aver raggiunto le 50 vittorie stagionali. In casa degli Atlanta Hawks Curry e soci giocano al gatto col topo, ma alla fine con un paio di accelerate portano a casa il bottino (102-92). Come al solito, tra i campioni in carica tanta linfa arriva dagli “Splash brothers”: ai 36 di Steph Curry ne aggiunge 27 Klay Thompson, e il gioco ecco che è fatto. Atlanta prova a creare grattacapi ai Warriors in area sfruttando una piccola supremazia con Al Horford (23 con 16 rimbalzi), ma non basta. Offensivamente il passo tenuto da Golden State è troppo veloce anche per un ottimo “defensive team” come quello della Georgia.

Lakers e Knicks: scivolate. Serata no per le “metropolitane”. I Los Angeles Lakers cadono malamente sul campo dei Milwaukee Bucks (108-101). Con Young (19) e Bryant (15) i gialloviola tentano di dire la loro in un match dai ritmi soporiferi. Però i Bucks trovano un Antetokounmpo in serata di grazia, che a 27 punti abbina 12 rimbalzi risultando inoltre l’uomo della provvidenza nelle giocate che decidono la sfida. Ancora più violento il ko dei New York Knicks, che al Madison rimediano una sonora legnata dai Toronto Raptors (95-122) abbandonando ormai definitivamente ogni chance di playoff nella eastern conference. Carmelo Anthony (23) e compagni ci provano, ma i canadesi sono tutt’altra roba: col solito Kyle lowry in cabina di comando, i Raptors non fanno fatica a dilagare. Il playmaker griffa persino una tripla doppia, con 22 punti, 11 assist e 11 rimbalzi. Anche DeRozan (22) e Valanciunas (20) partecipano alla mensa del canestro facile, e il finale per Toronto è pura accademia. Vittoria a valanga per i Los Angeles Clippers sui Phoenix Suns (124-84): il team dell’Arizona pare già in vacanza e per Paul e compagni è tutto facile. Migliore in campo il fromboliere Redick (22) autentica spina nel fianco della difesa di Phoenix.

Boston, ko che fa male. Inattesa sconfitta per i Boston Celtics sul parquet dei Minnesota Timberwolves (124-122). A trascinare i padroni di casa ci pensa un gigantesco Towns da 28 punti e 13 rimbalzi: il lungo dei Wolves pare sempre più lanciato verso il trofeo ambito di matricola dell’anno. Ai Celtics non basta un ispirato Crowder (27). Chiude il quadro notturno il successo dopo un supplementare dei Miami Heat sugli Indiana Pacers (101-93): l’uomo del match per gli Heat è Hassan Whiteside, che chiude la sua grande nottata con 19 punti e 18 rimbalzi.

  •   
  •  
  •  
  •