PERSONAGGI NBA: Lance Stephenson, a Memphis è rinato Born Ready?

Pubblicato il autore: Alberto Pedrazzini Segui

personaggi nba

Torna la rubrica personaggi NBA e lo fa per uno dei giocatori più matti di tutta la National Basketball Association: Lance Stephenson. Ripercorriamo brevemente la carriera del giocatore: scelto al draft 2010 con la quarantesima scelta assoluta dagli Indiana Pacers. Nella squadra che fu di Reggie Miller esordisce il 27 febbraio 2011. Da lì in poi la sua ascesa è costante fino a che nella stagione ’12-’13 diventa uno dei giocatori chiave dei Pacers. Nel luglio del 2014 gli Charlotte Hornets scommettono su di lui e gli fanno firmare un triennale da 27 milioni di dollari, individuandolo come il giocatore in grado di far fare il salto di qualità alla franchigia di Michael Jordan. Il problema è che la scommessa di Charlotte risulta essere un fallimento tanto che dopo una stagione la squadra del North Carolina fa di tutto pur di cedere Stephenson. Ad accettare il rischio sono i Los Angeles Clippers con Doc Rivers che rinuncia a Spencer Hawes e Matt Barnes. Nella gara di esordio con Los Angeles, Lance gioca 21 minuti segnando 3 punti, il 12 novembre arriva la sua prima doppia cifra: 11 punti in 30 minuti. Ma il rendimento di Stephenson non ritorna mai sui livelli di quanto fatto vedere nelle ultime stagioni ai Pacers e così Doc Rivers lo dimentica in fondo alla panchina.

La svolta per il protagonista di personaggi NBA di oggi arriva negli ultimi giorni di mercato. I Memphis Grizzlies lo acquistano dai Clippers (assieme a una futura prima scelta al draft 2019) in cambio di Jeff Green. L’idea della dirigenza è quella di tagliare Lance al suo arrivo in città. Ma qui succede una cosa che rischia di cambiare la carriera del classe 1990: coach Dave Joerger e i giocatori chiave della squadra vanno dal proprietario dei Grizzlies chiedendo che Stephenson non venga tagliato e la dirigenza accetta la richiesta. Ed ecco che sentendo attorno a se fiducia il vero Born Ready fa il suo ritorno. Al suo esordio con Memphis (il 21 febbraio contro i Toronto Raptors) segna 16 punti in 22 minuti. Va in doppia cifra in nove delle successive dodici partite. Nella vittoria dell’11 marzo contro i New Orleans Pelicans mette a segno 33 punti mentre nel K.O. della notte passata contro i Minnesota Timberwolves va vicino a una tripla doppia con 24 punti, 11 rimbalzi e 7 assist…. bentornato Born Ready e alla prossima puntata di Personaggi NBA!

  •   
  •  
  •  
  •