Basket NBA: esonerati tre coach in un giorno solo

Pubblicato il autore: Alberto Pedrazzini Segui

basket NBA

Basket NBA: ieri si è giocata l’ultima giornata della regular season ’15/’16 ed è così terminata l’annata di tutte le squadre che non si sono qualificate per i playoff. Nella giornata di oggi sono stati esonerati ben tre allenatori. Il primo a saltare è stato Sam Mitchell. Il coach era diventato capo-allenatore dei Minnesota Timberwolves dopo la prematura scomparsa di Flip Saunders. Nonostante un roster giovane ma pieno di talento (ad esempio Karl Anthony-Towns, sicuro vincitore del premio come miglior rookie della stagione) il record dei T’Wolves è stato di 29 vittorie e 53 sconfitte. Troppo poco per sperare in una riconferma da parte di Mitchell. Il secondo coach esonerato è stato Randy Wittman. I suoi Washington Wizards sono stati una delle maggiori delusioni del basket NBA di quest’anno, finendo fuori dai playoff nonostante la presenza in rosa di giocatori come John Wall e Bradley Beal. Wittman era alla guida della franchigia della capitale dal gennaio del 2012. Washington sembra aver già individuato in Scott Brooks, ex guida tecnica degli Oklahoma City Thunder, il favorito a sostituire Randy.

Un famoso detto dice che “non c’è due senza tre” ed ecco che è arrivato l’esonero di George Karl. Era da inizio stagione che il rapporto tra l’ormai ex allenatore dei Sacramento Kings e DeMarcus Cousins era pessimo. Di sicuro i due non potevano continuare sotto lo stesso tetto e alla fine (come sempre) ad avere la meglio è stata la stella della squadra. Sembra essere salva la panchina di Byron Scott. Nonostante la pessima stagione dei Los Angeles Lakers (oscurata dal tour di addio di Kobe Bryant) il coach potrebbe avere un’altra chance alla guida della franchigia californiana. I Lakers hanno un’opzione sul contratto di Scott e anche secondo Adrian Wojnarowski (vero e proprio guru del mercato basket NBA) l’ex allenatore dei Cavaliers sarà confermato anche nella prossima annata. Un altro coach che potrebbe essere confermato è Kurt Rambis. I New York Knicks lo hanno promosso head coach dopo l’esonero di Derek Fisher a stagione in corso. Il lavoro dell’ex lungo dei Lakers sulla panchina di NY è stato molto apprezzato e non è da escludere che resti al comando anche il prossimo anno.

  •   
  •  
  •  
  •