Kobe Bryant: 35 malinconici punti contro Houston [VIDEO]

Pubblicato il autore: Alberto Pedrazzini Segui

kobe bryant

Notti come quella di ieri fanno male a tutti i tifosi di Kobe Bryant. Il Black Mamba ha segnato 35 punti nella sconfitta contro gli Houston Rockets e mette una malinconia incredibile il solo pensiero che potremo vedere questo spettacolo per sole altre due partite. Queste le statistiche di ieri del 24 dei Los Angeles Lakers: 35 punti, 10/22 dal campo di 4/11 da tre punti, 11/11 dalla lunetta, 2 rimbalzi, 1 assist, 2 palle recuperate e 4 palle perse. KB 24 ha affrontato quello che in molti considerano la miglior guardia della NBA di oggi (non chi vi scrive): James Harden. Il Barba ha segnato 40 punti (14/31 dal campo di cui 6/14 da tre punti), 4 rimbalzi, 13 assist, 4 palle recuperate e altrettanti palloni persi. Certo è che il n.13 degli Houston Rockets deve imparare ancora molto dalla voglia di vincere e di difendere di Kobe Bryant.

Nella partita di ieri il cinque volte campione NBA era marcato da Trevor Ariza. I due sono stati compagni di squadra dal 2007 e dal 2009 e assieme hanno vinto un titolo nell’ultima stagione dell’ala ai Lakers ma Kobe non ha avuto pietà segnando 35 punti. Decisamente più ad alta tensione il confronto tra Bryant e Dwight Howard. Il centro ha giocato nei Los Angeles Lakers nella stagione ’11-’12 e tra i due non è mai corso buon sangue tanto che nell’estate 2012 Howard da free agent firmò con i Rockets. Il culmine della tensione fu raggiunto nella prima sfida tra i Rockets e i Lakers della regular season seguente. Durante un battibecco tra i due Kobe Bryant gridò in faccia al centro “You’re soft!” confermando il fatto che tra i due non è mai corso buon sangue. Nell’ultima sfida al Black Mamba, Howard non ha per niente brillato segnando 9 punti (anche se con 13 rimbalzi) in 33 minuti sul parquet.

Nella partita di ieri l’ex MVP ha così sfidato un top player del suo ruolo, un ex compagno di squadra e un nemico giurato. Ma nella NBA di oggi c’è un nuovo Kobe Bryant? Ovvero c’è un giocatore paragonabile a un fenomeno che negli anni di massimo splendore ha attaccato il trono di Michael Jordan come miglior giocatore della storia del basket? (Quasi) impossibile dirlo ma di certo questo giocatore non è Harden per le mancanze nella metà campo difensiva. Se dobbiamo scegliere un talento da tenere d’occhio puntiamo su Devin Booker. Non a caso al termine dell’ultima partita giocata contro i Phoenix Suns Kobe Bryant ha dichiarato: “Lui è fantastico, ha il giusto atteggiamento e lo spirito competitivo. Il suo lavoro di piedi è molto solido così come i suoi fondamentali. Ora sta a lui scoprire e affermare il suo gioco. Ma ha tutte le qualità per farlo”. Inoltre il rookie dei Suns ha ricevuto in dono le scarpe della stella dei Lakers con la scritta “Sii leggendario”, una vera e propria incoronazione nei confronti della scelta n.13 del draft NBA 2015. In quella partita Booker segnò 28 punti con 7 assist in 41 minuti sul parquet.

Di seguito i video con il duello andato in scena nella notte tra Kobe Bryant e James Harden e di seguito le dichiarazioni di Kobe Bryant su Devin Booker.

  •   
  •  
  •  
  •