Los Angeles Lakers: Ettore Messina sarà il nuovo coach?

Pubblicato il autore: Alberto Pedrazzini Segui

los angeles lakers

I Los Angeles Lakers sono reduci da molte stagioni fallimentari, in particolare le ultime due, entrambe con coach Byron Scott in panchina. Non che l’allenatore c’entrasse molto vista la qualità del roster a disposizione ma la dirigenza ha scelto di esonerarlo forse per rifondare al 100% dopo il ritiro di Kobe Bryant. D’Angelo Russell, Julis Randle e Jordan Clarkson (se rimarrà visto che sarà free agent in estate) dovrebbero essere i giocatori su cui basare i Los Angeles Lakers del futuro, ma in panchina chi ci sarà? Uno dei principali candidati è il nostro Ettore Messina. Infatti la franchigia californiana ha ricevuto l’ok da parte dei San Antonio Spurs per parlare con l’attuale allenatore della nazionale italiana di basket ed ex guida tecnica di Virtus Bologna e Benetton Treviso. Per l’attuale assistente di Gregg Popovich sarebbe un ritorno ai Los Angeles Lakers dal momento che fu assistente di Mike Brown nella stagione NBA ’11-’12. Dopo quella esperienza tornò al CSKA Mosca per due anni prima di fare ritorno in NBA per sedere al fianco del miglior allenatore della National Basketball Association.

Ora Ettore Messina è pronto per una panchina NBA e i Los Angeles Lakers sembrano rappresentare la situazione ideale. Infatti l’ex campione d’Europa ha l’esperienza necessaria per essere il primo capo-allenatore europeo della storia della NBA. Inoltre conosce già l’ambiente dei Lakers ed è ben voluto da tutti. Se verrà scelto, Messina troverà una squadra che vivrà il suo anno zero. L’anno prossimo L.A. avrà sotto contratto D’Angelo Russell, Julis Randle, Lou Williams, Nick Young, Larry Nance jr. e Anthony Brown. Young, dopo l’incidente con Russell, è molto difficile che resti ai Lakers e in più non sembra ben sposarsi con un coach come Messina. La stessa cosa riguarda Williams, ma l’ex 76ers potrebbe avere una seconda chance. Ma per tornare a vincere i Los Angeles Lakers dovranno fare la differenza sul mercato. Sì perché i gialloviola hanno abbastanza spazio salariale per poter mettere sotto contratto due top player (senza considerare il fatto che dalla prossima stagione il salary cap sarà più alto) e l’obiettivo numero 1 ha un nome e cognome precisi: Kevin Durant.

  •   
  •  
  •  
  •