Nba Playoff, Clippers: stagione finita per Griffin e Paul

Pubblicato il autore: Alessandro Diana94 Segui

Uno-due terribile per i Los Angeles Clippers che in una sola gara perdono i loro due giocatori di punta. Griffin per un infortunio al quadricipite della gamba sinistra e Paul frattura alla mano.

Chris Paul e Blake Griffin

Clippers: Chris Paul e Blake Griffin

La “lob city” non è stata costruita in un giorno ma è stata distrutta in una partita: il responso di Gara 4 al Moda Center contro i Blazers va oltre la sconfitta che porta la serie sul 2-2: a uscirne con le ossa rotte, nel vero senso della parola sono Chris Paul e Blake Griffin; il play che si frattura la mano dopo un contatto con Henderson nel tentativo di recuperare la palla e Griffin che nel terzo quarto si è fatto male al quadricipite della gamba sinistra, la stessa che lo aveva fermato per ben 41 partite nella stagione regolare. All’inizio quello del lungo dei Clippers non sembrava neanche una cosa grave, tanto che lo stesso Doc Rivers aveva detto in conferenza stampa che le probabilità di rivederlo in campo per Gara 5 allo Staples erano del 50 percento. Oggi invece l’impietosa sentenza della risonanza che mette fine alla stagione dell’ex lungo degli Oklahoma Sooners e con alte probabilità anche a quella della sua franchigia. Sarà pronto infatti per il training camp che si svolgerà a inizio della prossima stagione a settembre. Per Chris Paul invece l’operazione alla mano comporta uno stop che va dalle 4 alle 6 settimane, il che significa, a meno di miracoli sportivi, stagione finita. Griffin ha avuto una media di 15.0 punti, 8.8 rimbalzi e 4.0 assist, mentre Paul ha tenuto il suo score sui 23.8 punti, 7.3 assist e 4.0 rimbalzi nelle quattro partite della prima serie di playoff. I Clippers sono 25-21 nella regular season e 1-1 nei playoff senza Paul, che ha saltato le due gare nelle semifinali della Western Conference nella scorsa stagione. Un apporto fondamentale che mancherà tantissimo già dalla prossima e decisiva Gara 5: quando una serie di playoff si trova sul 2 pari, le statistiche ci dicono che all’82 percento il vincitore della gara supera la serie.

E ORA? Probabile che ora, vista l’emergenza, entri in quintetto il figlio dell’allenatore Austin Rivers. Con Pierce molto più utilizzato che nel recente passato: fino a questo momento infatti il suo apporto è stato veramente di poco conto, soprattutto considerando la sua grande esperienza sui palcoscenici dei Playoff Nba. Con l’assenza di Paul ci sarà più spazio non solo per il figlio di Doc, ma anche per i vari Redick, Jamal Crawford e Wesley Johnson. A prendere il posto di Griffin ci sarà poi Jeff Green, da “finto” numero 4: l’ex Celtics avrà l’ingrato compito di arginare insieme ai suoi compagni (o quel che ne rimane di Los Angeles) l’entusiasmo dei giovani Blazers guidati primi su tutti da Lillard e dal sesto uomo dell’anno C.J. McCollum, spostando l’ago della bilancia della serie inevitabilmente verso l’Oregon. In ogni caso, anche dovessero vincere la serie andrebbero a scontrarsi al secondo turno al 99 percento contro i Warriors, “solo” la miglior squadra della lega che ha chiuso con il miglior record nella storia della regular season Nba. Tanti auguri ai Los Angeles Clippers, e che la maledizione dei playoff finisca il prima possibile.

  •   
  •  
  •  
  •