NBA playoff: Dallas in piena emergenza per gara 2

Pubblicato il autore: Alberto Pedrazzini Segui

nba playoff

NBA playoff: brutte, anzi bruttissime notizie per i Dallas Mavericks. La squadra del Texas è sotto 1-0 nella serie contro gli Oklahoma City Thunder dopo una bruttissima sconfitta in gara 1: 70-108 il risultato finale. I Mavs sono in piena emergenza per gara 2, la quale è in programma questa notte davanti ai tifosi di OKC con inizio fissato per le 2 italiane e diretta televisiva su Sky Sport 2. Già da prima dell’inizio dei NBA playoff si sapeva che David Lee avrebbe saltato le prime partite del turno (potrebbe rientrare per gara 3) ma la lista infortunati si è allungata. Nel corso di gara 1 si è fatto male J.J. Barea e il portoricano salterà il secondo match della serie. Questo è davvero un brutto colpo per coach Rick Carlisle. Infatti Barea è diventato uno dei punti di forza della formazione texana nell’ultimo mese tanto da venir premiato come migliori giocatore della prima settimana di aprile. Per Barea si è trattato del primo riconoscimento in carriera di questo tipo e arrivato grazie a una settimana da 23,5 punti e 6,8 assist di media a partita. Queste cifre spiegano quanto il play sia diventato importante per i Mavericks e dunque quanto mancherà ai suoi compagni di squadra nel corso della sfida ai Thunder.

Leggi anche:  Dove vedere Phoenix Suns-Los Angeles Clippers gara 1, streaming e diretta tv NBA

Ma le brutte notizie per i tifosi di Dallas non sono finite. Infatti nella seconda partita del primo turno dei NBA playoff 2016 potrebbe non esserci Deron Williams. L’ex Brooklyn Nets combatte da tempo con un problema di ernia e per questo motivo ha già saltato delle gare in stagione regolare. Ora la situazione sembra essere peggiorata e non è detto che il play riesca a riprendersi per gara 2. Non va poi dimenticato Chandler Parsons. Il 27enne ha terminato la stagione a marzo a causa di un infortunio al ginocchio che lo ha costretto ad andare sotto i ferri ad operarsi. Se Williams non dovrebbe recuperare in tempo (cosa assai probabile), i Mavericks si troverebbero senza playmaker e ala piccola titolari e senza il miglior giocatore della panchina oltre all’assenza di un lungo in grado di far rifiatare Dirk Nowitzki. Il tutto contro la squadra di Russell Westbrook e Kevin Durant, buona fortuna Dallas.

  •   
  •  
  •  
  •