NBA playoff: promossi e bocciati delle gare 1

Pubblicato il autore: Alberto Pedrazzini Segui

nba playoff

Tutte le gare 1 dei NBA playoff 2016 sono state giocate. Andiamo a riassumere tutti i risultati:
EASTERN CONFERENCE
Indiana Pacers-Toronto Raptors 100-90
Detroit Pistons-Cleveland Cavaliers 101-106
Boston Celtics-Atlanta Hawks 101-102
Charlotte Hornets-Miami Heat 91-123
WESTERN CONFERENCE
Houston Rockets-Golden State Warriors 78-104
Dallas Mavericks-Oklahoma City Thunder 70-108
Memphis Grizzlies-San Antonio Spurs 74-106
Portland Trailblazers-Los Angeles Clippers 95-115

Tra i promossi delle gare 1 dei NBA playoff inseriamo i big three dei Cleveland Cavaliers . Lebron James, Kyre Irving e Kevin Love hanno messo insieme la bellezza di 81 punti (su 106) così distribuiti: 22 per il Re, 28 per Love e 31 per Irving. L’MVP delle gare 1 è sicuramente Paul George. Nelle previsioni di Pacers-Raptors era indicato come il miglior giocatore della serie e così è stato visto che PG 13 ha portato Indiana a vincere mettendo a segno 33 punti e 6 assist. Impossibile poi non citare tra i promossi il duo Kevin Durant-Russell Westbrook e Chris Paul. Le stelle di Oklahoma City hanno segnato 47 punti (23 per KD in 26 minuti e 24 per RW in 29 minuti) anche se restano i dubbi sul valore del cast di supporto dei Thunder. Prestazione super anche per Paul, che in Clippers-Blazers ha dominato il confronto diretto con Damian Lillard mettendo a segno una doppia doppia da 28 punti e 11 assist.

Proprio un giocatore di Portland è il primo tra i bocciati delle gare 1 dei NBA playoff 2016. Stiamo parlando CJ McCollum. La guardia è stata una dei punti di forza dei sorprendenti Blazers di questa stagione ed è uno dei candidati più forti a vincere il premio di giocatore maggiormente migliorato. Ma nella gara giocata della notte i suoi miglioramenti non si sono visti visto che ha chiuso con 9 punti in 37 minuti con 3/11 dal campo. Come neve al sole si sono sciolti anche i Toronto Raptors. La storia rischia di ripetersi: splendide regular season e poi eliminazione al primo turno dei NBA playoff. È  successo negli ultimi due anni e con la perdita del fattore campo rischia di accadere la stessa identica cosa anche nel 2016. Tra i bocciati inseriamo anche gli Hornets. La squadra di Charlotte ha perso di 32 punti (91-123) contro i Miami Heat privi di Chris Bosh dopo che in stagione le sfide erano stato equilibrate a dimostrazione di una mancanza di prontezza ad affrontare partite di questo livello.

  •   
  •  
  •  
  •