NBA Playoff, San Antonio e Atlanta volano sul 2 a 0

Pubblicato il autore: MATTIA D'OTTAVIO Segui

ginobiliNBA Playoff, questa notte sono andati in scena due incontri validi per la post-season della pallacanestro a stelle e strisce: match che hanno visto prevalere le squadre di casa, infatti i San Antonio Spurs si sono sbarazzati dei Memphis Grizzlies per 94 a 68, mentre gli Atlanta Hawks hanno vinto facilmente contro i Boston Celtics per 89 a 72. Partiamo dalla sfida dell’AT&T Center in Texas, dove la squadra di Gregg Popovic ha confermato l’imbattibilità tra le mura amiche, ma soprattutto si è portata sul 2 a 0 grazie ad una partita dominata dalla palla a due fino alla fine (tra l’altro come già successo in gara 1). San Antonio mette subito le cose in chiaro, piazzando la prima minifuga sul 7 a 2 già ad inizio primo quarto, Memphis in attacco non riesce a trovare spazi e chiuderà i primi 12 minuti con soli 11 punti a referto (record negativo storico della franchigia). Nel secondo quarto Tony Allen prova a riportare i Grizzlies a contatto, ma gli Spurs sono incontenibili e vanno all’intervallo lungo con un vantaggio di 14 punti. Gli ultimi due quarti sono soltanto una lunga sofferenza per Memphis, che vede San Antonio allungare già ad inizio terzo quarto sul più 18, così Popovic si può permettere di schierare anche chi ha giocato meno, il tabellone al termine del quarto quarto recita impietoso il più 26 Spurs, che portano la serie sul 2 a 0. Curiosa statistica, Tim Duncan ha segnato solo 3 punti, ma senza canestri dal campo, è la prima volta che gli succede in 273 partite di palyoff disputate. Adesso la sfida si sposta a Memphis, dove i Grizzlies proveranno quantomeno ad evitare il cappotto. Ci si aspettava più equilibrio dalla sfida della Philips Arena in Georgia, invece Atlanta ha battuto senza troppi patemi Boston, salendo 2 a 0 nella serie. Gara 1 si era chiusa punto a punto, invece in questa seconda sfida non c’è stata storia: a farla da padrone è stata la difesa di Atlanta, che ha concesso addirittura soltanto sette punti ai Celtics nel primo quarto (il record negativo non solo di franchigia, ma di tutta la storia dei playoff NBA), chiusosi infatti 24 a 7. Protagonista assoluto Kyle Korver, che nella partita precedente aveva chiuso con uno 0 su 7 ai tiri da tre, questa notte invece in tre minuti ha piazzato quattro triple che hanno già indirizzato l’andamento dell’incontro. Da lì in poi, ai padroni di casa è bastato gestire il vantaggio, che è sempre rimasto in doppia cifra, fino al 89 a 72 finale. Per Boston le assenze di Bradley e Olynyk non possono essere un alibi, adesso la serie si sposta in Massachusetts, dove i Celtics proveranno a far valere il fattore campo per tornare ad Atlanta con la serie in parità. Sicuramente ci saranno da aggiustare molti automatismi, soprattutto in attacco, onestamente è difficile prevedere un’altra prestazione difensiva così efficace di Atlanta, che con le 15 stoppate di questa notte ha stabilito il proprio miglior dato nella storia di franchigia nelle post-season. Tra tre giorni ci saranno le gare 3 di queste sfide, ci attende ancora spettacolo per questi palyoff che piano piano stanno entrando nel vivo.

  •   
  •  
  •  
  •