Playoff NBA, Oklahoma avanza, Portland e Charlotte pareggiano la serie

Pubblicato il autore: MATTIA D'OTTAVIO Segui

Chris_Paul_ClippersPlayoff NBA, questa notte ci sono state tre partite valide per il primo turno della post-season della pallacanestro a stelle e strisce: Oklahoma vince 118 a 104 in gara 5 e si aggiudica per 4 a 1 la serie con Dallas, Portland e Charlotte ristabiliscono la parità. Partiamo proprio dalla sfida del Ford Center di Oklahoma, dove i padroni di casa hanno avuto la meglio sui Mavericks, i quali hanno lottato su ogni pallone, ma nulla hanno potuto contro lo strapotere del duo Westbrook-Durant. 36 punti per il primo e 33 per il secondo, grazie ai quali i Thunder passano il turno e si regalano l’affascinante sfida contro i San Antonio Spurs nel round successivo. La partita è stata vivace, a tratti equilibratissima, con Oklahoma sempre in vantaggio, ma Dallas tornava a stretto contatto. A quattro minuti dalla fine i Thunder hanno un vantaggio di un solo possesso, ma per due volte Anderson sbaglia la tripla del pareggio, così ci prova Nowitzki a tenere a contatto i suoi, ma nel finale Dallas in attacco sbaglia molto, mentre Westbrook e Durant sono dei cecchini e chiudono i conti sul 118 a 104 finale che vale la partita e la serie. Lontanissime dalla parola fine sono le altre due serie: infatti Portland e Charlotte agganciano sul 2 a 2 i Clippers e Miami. Al Moda Center i Blazers trovano in  Al-Farouq Aminu il protagonista inaspettato che con 30 punti,ma soprattutto 6 triple su 10 tentate, regala il punto del pareggio nella serie, che all’inizio sembrava tutta dalla parte dei Clippers. I losangelini invece, devono fare i conti anche con l’infortunio occorso a Cris Paul, frattura di un dito della mano destra e playoff finiti. Fino a metà terzo quarto la partita è rimasta in equilibrio, la fuga di Portland, iniziata con due triple di Aminu, ha coinciso con l’infortunio capitato alla star dei Clippers. Il 98 a 84 finale la dice lunga sui problemi della squadra di Doc Rivers senza il loro miglior giocatore, soprattutto in un eventuale turno successivo contro i Warriors, anche loro però privi della star Curry. La partita più bella della serata ha visto Charlotte battere Miami per 89 a 85, anche in questa serie regna l’equilibrio, dopo il 2 a 0 maturato dagli Heat nelle partite casalinghe, sono arrivate due vittorie consecutive per gli Hornets. Si prende le luci della ribalta in questa gara 4 Kemba Walker che mette a referto 30 punti (è il primo Hornet a segnare almeno 30 punti in una partita di playoff da quando non c’era riuscito Baron Davis nel 2002), ma soprattutto decide sostanzialmente da solo la partita: a sei minuti dal termine, Miami guida di un punto, ma Walker segna prima il canestro del sorpasso, poi in contropiede si guadagna e realizza due liberi, in difesa su Wade è strepitoso e sul nuovo ribaltamento di fronte mette a segno la tripla del più sei che permette ai suoi di amministrare il vantaggio fino alla fine. Adesso si torna per gara 5 a Miami per un’altra partita che promette spettacolo, in questa serie che è forse la più aperta. Dopodomani sapremo chi tra Miami e Charlotte e Clippers e Portland andrà sul 3 a 2.

Leggi anche:  Dove vedere Phoenix Suns-Los Angeles Clippers gara 1, streaming e diretta tv NBA
  •   
  •  
  •  
  •