NBA playoff: promossi e bocciati del primo maggio

Pubblicato il autore: Alberto Pedrazzini Segui

nba playoff

Con le partite di ieri si sono chiuse tutte le serie del primo turno degli NBA playoff 2016. Infatti si sono disputate le gare 7 tra Charlotte Hornets e Miami Heat e tra Indiana Pacers e Toronto Raptors. Per l’elenco dei promossi partiamo proprio dal Canada e da quel DeMarr DeRozan che si è svegliato nel match decisivo della serie. Nella vittoria della sua squadra la guardia ha chiuso con 30 punti anche se con 10/32 dal campo ma con un ottimo 9/9 dalla lunetta. Per il primo dei bocciati restiamo in Canada e scegliamo Kyle Lowry. Come il suo compagno di reparto il play ha giocato una brutta prima serie e anche gara 7 è stata sulla stessa lunghezza d’onda. Ieri per lui 11 punti con 5/14 dal campo e 0/4 da tre punti. Nella vittoria dei Miami Heat il migliore è stato Goran Dragic. Lo sloveno ha disputato la prima prova degna di questo nome della stagione, chiudendo con 25 punti. Molte bene anche Luol Deng (15 punti) e Hassan Whiteside (10 punti e 12 rimbalzi). Charlotte è stata tradita sul più bello da Kemba Walker, che non è andato oltre 9 punti con 3/16 dal campo. Stesso discorso per Al Jefferson (4 punti e 2 rimbalzi) e per Jeremy Lin (9 punti e 0 assist).

NBA playoff 2016: è iniziata anche la semifinale di conference tra Portland Trailblazers e Golden State Warriors. Il grande promosso della partita è Klay Thompson. In stagione regolare la guardia ha segnato 22 punti di media a partita, ieri ne ha realizzati 22 nel solo primo tempo, chiudendo con 37 punti. Impossibile non sottolineare la prestazione di Draymond Green. Il leader (non troppo) silenzioso dei campioni NBA in carica ha chiuso con una tripla doppia da 23 punti, 13 rimbalzi e 11 assist. Per Portland l’unico a provarci è stato Damian Lillard, autore di 30 punti anche se con 8/26 dal campo. I Trailblazers hanno due grandi bocciati nella gara 1 degli NBA playoff di ieri. Il primo è Cj McCollum, che, proprio come contro i Los Angeles Clippers, ha faticato nella prima partita della serie: 12 punti con 5/17 dal campo. Il secondo è Mason Plumlee, che ieri è stato impalpabile chiudendo con un solo punto in ben 27 minuti sul parquet. Troppo poco per il centro titolare di una squadra NBA arrivata ai playoff.

  •   
  •  
  •  
  •