Derrick Rose Knicks: ufficiale lo scambio tra NY e Chicago

Pubblicato il autore: Alberto Pedrazzini Segui

derrick rose knicks

Derrick Rose Knicks sembrava essere una suggestione più che una concreta possibilità. Invece le vie del mercato sono infinite e ieri sera è stata ufficializzata la trade tra i Chicago Bulls e i New York Knicks. Nella Grande Mela si trasferiscono l’ex MVP, Justin Holiday e una seconda scelta al draft del 2017. Il percorso inverso lo fanno Jose Calderon, Jerian Grant e Robin Lopez. Derrick Rose Knicks è la prima grande trade del mercato NBA 2016 ed è sicuramente un affare per entrambe le squadre coinvolte. Il ciclo del n.1 ai Chicago Bulls era giunto al termine e la dirigenza ha scelto Jimmy Butler come nuovo leader della squadra. I Knicks erano alla disperata ricerca di un playmaker di alto profilo e con Rose l’hanno sicuramente trovato. Non è più il giocatore che ha vinto il premio di MVP nel 2010? Vero. Il rischio infortunio è sempre dietro l’angolo? Vero anche se sembra che il peggio sia alle spalle. Con tutti i dubbi del caso, D-Rose ha ancora un solo anno di contratto e NY al termine della stagione potrà valutare se offrirgli un nuovo contratto o no. L’affare Derrick Rose Knicks riabilita (parzialmente) Phil Jackson agli occhi dei tifosi di New York. Questa è la seconda buona mossa dell’ex coach dei Lakers da quando è presidente della franchigia della Grande Mela. Da quando ha preso il posto di comando i Knicks non sono mai arrivati ai playoff, hanno giocato la peggior stagione della propria storia (’14-’15) e sono stati terra di conquista per qualsiasi squadra delle lega. La sola operazione azzeccata da Jackson è stata la scelta di Kristaps Porzingis al draft 2015.

Dopo il matrimonio Derrick Rose Knicks quali saranno le prossime mosse di mercato?

Rose sembra essere arrivato nel periodo di saldi. Infatti i NY hanno dovuto rinunciare a Jose Calderon (pessimo nelle sue stagione ai Knicks), Jerian Grant (scelto nello scorso draft nella sua stagione da rookie ha deluso parecchio non dimostrandosi all’altezza) e Robin Lopez. Il sacrificio maggiore riguarda il centro, una delle poche note liete della passata stagione. Ma cedendo il suo contratto da oltre 40 milioni di dollari in scadenza nel 2019 si libera molto spazio salariale e quest’anno il mercato dei centri free agent è piuttosto interessante visto che saranno liberi giocatori come Dwight Howard, Hassan Whiteside, Joakim Noah, Pau Gasol e Al Horford.

Foto: nba.com

  •   
  •  
  •  
  •