Ala Nba Draymond Green arrestato in Michigan

Pubblicato il autore: Saverio Crea Segui
Draymond Green Golden State Warriors

Draymond Green (Golden State Warriors)

Il cestista dei Golden State Warriors è stato arrestato domenica notte, dopo un diverbio in un ristorante dell’East Lansing, Michigan. L’Espn riferisce che ci sia stato un scontro tra due persone e che Green è stato rilasciato su cauzione (200 dollari). Non dovrà presentarsi in tribunale il 20 luglio e dimostrare la sua innocenza come riporta l’Abc. Il 4 Agosto ci sarà una conferenza stampa e in seguito la corte deciderà riguardo la sua situazione penale. Potrebbe scontare una pena di 93 giorni e/o sarà costretto a pagare una multa di 500 dollari o accordarsi senza andare a processo. La vittima dell’aggressione pare essere stato il giocatore di football e suo fan, Jermaine Edmondson. Edmondson, in forza al Michigan State, ha raccontato alla polizia di essere stato colpito da Green e la notte precedente da altri due uomini, presunti amici della star Nba.
Altre fonti parlano di uno schiaffo ed un pugno allo stomaco. Gli agenti che lo hanno arrestato, riferiscono di un tasso alcolemico di 0.10 e che l’ex Michigan State sia rimasto in cella fino allo smaltimento della sbornia. Il giocatore, in una conferenza stampa al Fortune’s Brainstorm Tech, ha biasimato se stesso per la cattiva condotta e ha sostenuto di dover mostrarsi più attento in certe situazioni. Green, ad ogni modo, guarda avanti. La società di basket, eliminata in finale Nba dai Clevaland Cavaliers, ha trasmesso un comunicato sulla questione: ” Siamo consapevoli delle notizie che riguardano Draymond Green sul weekend in Michigan -A questo punto stiamo cercando di capire cosa è successo e per ora non abbiamo ulteriori commenti, prima di saperne di più riguardo la situazione”.
I tifosi di Golden State sono rimasti delusi dal comportamento del loro campione, anche dopo la pubblicazione di un video che filma l’arrivo della polizia e del giocatore portato via in manette

Le reazioni su Twitter

Dalla parte del cestista, si è speso il famoso rapper MC Hammer, che sul suo Twitter ha stigmatizzato la pioggia di critiche caduta su Green.

Mentre il membro dei Public Enemy, Chuck D, gli ha consigliato sempre sui social di evitare i suoi lidi natali per evitare problemi con tifosi o critici.

A favore del giovane Green, l’ex campione di basket e membro dell’Hall of Fame, Charles Barkley. In un’intervista all’Espn ha sostenuto Draymond e si è scagliato contro i tifosi che grazie alle nuove tecnologie, si sentono in dovere di dire tutto ciò che gli passa per la testa.
L’ala grande dei Warriors si unirà comunque alla nazionale statunitense, con cui partirà per tentare di conquistare il titolo ai Giochi olimpici di Rio 2016. La condanna, infatti, dovrebbe scontarla dopo l’evento sportivo.

La carriera di Draymond Green

Classe 1990, Draymond Green ha vinto il premio NABC Player of the Year, giocando nei Michigan State Spartans nel 2012, campionato NCAA. Poi è approdato nella squadra di Oakland come trentacinquesima scelta al Draft dello stesso anno. Ha vinto l’anello nel 2015 e collezionato un 5×5, ovvero 5 o più tra punti, stoppate, rimbalzi ed assit, in una sola partita. E’ risultato tra i migliori difensori della lega nel 2015 ed è entrato nel 2016, tra i migliori giocatori di quintetti Nba. Ha avuto nella stagione scorsa una media punti di 14.0, 9.5 rimbalzi e 1.4 blocchi in 34.7 minuti a partita.
Non è nuovo ad atteggiamenti turbolenti. In gara 4 della serie di finali Nba contro Cleveland, ha avuto un forte scontro con Lebron James che gli è costata gara 5 delle Finals.

  •   
  •  
  •  
  •