NBA 2016/2017: Boston Celtics, già grandi in attesa di Westbrook

Pubblicato il autore: Alberto Pedrazzini Segui

nba

Continua il nostro viaggio nella NBA 2016/2017. Oggi è il turno della presentazione dei Boston Celtics, una delle regine del mercato di questa estate. Regina che potrebbe non avere ancora messo a segno il colpo principale visto che è storia nota l’interessamento per Russell Westbrook. Il play non rinnoverà con gli Oklahoma City Thunder e dal momento che sarà free agent nella prossima estate OKC vuole cederlo. Boston sembra essere in pole position dal momento che può offrire giocatori di valore e scelte ai prossimi draft, monete di scambio molto ambite nel mercato NBA. Anche se RW0 non dovesse vestire biancoverde i Boston Celtics sono attrezzati per le prime posizioni della Eastern Conference. Il principale colpo di mercato dell’estate è stato l’ingaggio di Al Horford, che ha firmato un quadriennale da 113 milioni di dollari. Un altro punto di forza del quintetto di Brad Stevens è Isaiah Thomas, vero e proprio leader della squadra. Il play ha parlato di rinnovo dichiarando “Farebbero bene a tirar fuori un camion” a proposito dei soldi che vorrà. Avery Bradley, se non sarà ceduto per arrivare a Westbrook, sarà la guardia titolare mentre la coppia di ali saranno Jae Crowder e Amir Johnson.

NBA: la panchina dei Boston Celtics 2016/2017

Passiamo ora alla panchina. Nel ruolo di play c’è Marcus Smart, che rappresenta il futuro della franchigia. Dalla panchina ci sarà anche l’energia di Tyler Zeller, Kelly Olynik e di Jonas Jerebko. Partirà dalla panchina il rookie Jaylen Brown. I Celtics hanno provato in tutti i modi a cedere la terza scelta al draft NBA 2016. Non trovando offerte soddisfacenti, il GM Danny Ainge non ha voluto cederla e alla fine ha chiamato Brown. Il classe 1996 potrebbe diventare la guardia titolare in caso di cessione di Bradley. Al primo giro dell’ultimo draft sono stati scelti anche Guerschon Yabusele (n.16) e Ante Zizic (n.23), Attualmente completano il roster James Young, Terry Rozier, John Holland, RJ Hunter, Jordan Mickey.

  •   
  •  
  •  
  •