NBA 2016/2017: Los Angeles Lakers, inizia l’era post-Kobe

Pubblicato il autore: Alberto Pedrazzini Segui

NBA

Continua la presentazione delle squadre che parteciperanno alla stagione NBA 2016/2017. Oggi è il turno dei Los Angeles Lakers, che dopo venti anni non avranno un posto in spogliatoio occupato da Kobe Bryant. Dunque è impossibile non parlare di una nuova era per una delle squadre più famose della storia della NBA. Per iniziare al meglio il nuovo corso è stato scelto il coach più ambito sul mercato: Luke Walton. Il neo-coach di L.A. è stato per due anni assistente di Steve Kerr e in questa stagione ha svolto le mansioni di capo-allenatore quando Kerr era fermo in seguito all’operazione alla schiena conquistando il record per la miglior partenza di sempre con 24 vittorie e 0 sconfitte. Era chiaro che il ruolo di assistente andava ormai stretto a Walton, che ha scelto di andare ad allenare la squadra di cui era stato giocatore. Il quintetto dei Los Angeles Lakers sarà un mix di giovani e giocatori esperti. Il play è D’Angelo Russell, confermato nonostante una prima stagione caratterizzata dal pasticcio legato a Nick Young. Con la posizione n.2 al draft NBA 2016 è stato scelto Brandon Ingram, ala piccola che deve mettere su massa muscolare ma con un talento da mettere in mostra. In estate sono arrivati Luol Den con un quadriennale da 72 milioni di dollari e con un maxi-contratto che ha sconvolto le logiche del mercato NBA il centro Timofey Mozgov, che ha messo la firma su un quadriennale da 64 milioni di dollari. La guardia del quintetto sarà Jordan Clarkson, che ha rinnovato per i prossimi quattro anni.

NBA: la panchina e il quintetto dei Lakers 2016/2017

Lo starting five al momento ha tre punti fermi: Russell come play, Clarkson come guardia e Mozgov come centro. Walton deve decidere se partire con un quintetto basso con Deng da 4 e Ingram da 3 o con uno starting five più classico con Randle da ala grande e uno tra Deng e Ingram da ala piccola. Marcelinho Huertas e Jose Calderon saranno i play di riserva. Lou Williams garantirà punti dalla panchina mentre Larry Nance Jr. una notevole dose di atletismo. Completano la panchina Anthony Brown e Ivica Zubac. Impossibile la permanenza di Nick Young dopo i problemi avuti l’anno scorso con D’Angelo Russell.

  •   
  •  
  •  
  •