NBA, Russell Westbrook rinnova con Oklahoma Thunders

Pubblicato il autore: Alessandro Canini Segui

NBA: Oklahoma City Thunder at Phoenix Suns
Grande novità in casa Oklahoma Thunders. Dopo la delusione di aver perso un pezzo pregiato come Kevin Durant passato a Golden State Warriors, i tifosi degli Oklahoma Thunders posso sorridere. Infatti Russell Westbrook firmerà un contratto che lo legherà ai Thunder ancora per tre anni ad 85 milioni dollari. Oklahoma costretta a rinegoziare il contratto di Westbrook dopo  il si di Durant ai Warriors, contratto che sarebbe scaduto tra un anno e non potevano permettersi di perdere un altro dei suoi prezzi pregiati, rimasto l’unico al momento. Nel nuovo contratto Westbrook avrà un’opzione per diventare free agent nel 2018, ma dovrebbe rinunciare a uno stipendio di 30 milioni di dollari cosa non molto semplice, a meno che non ci sia una squadra che gli offra di più. Westbrook ha cosi deciso di fidarsi nuovamente della sua prima squadra rifiutando molte offerte sul piatto, tra cui quella dei Los Angeles Clippers, città dove è stato avvistato nelle ultime settimane. Fu infatti Oklahoma a portare in NBA Westbrook nel lontano 2008 come terza chiamata del draft per poi farlo crescere e consacrarlo uno dei più forti giocatori e playmaker del momento. Il 28enne playmaker vanta un totale di 632 presenze con i Thunders di cui 587 nella Regular Season e 45 nei Play-off con oltre 12mila punti messi a segno. In più vanta già diversi record tra cui due realizzati proprio quest’anno. Il primo il 29 marzo 2016 contro i Toronto Raptors, realizza 7 triple doppie in stagione, tra cui 4 consecutive, record NBA condiviso con un certo Micheal Jordan. L’altro record è in occasione di gara 4 , grazie a 35 punti, 11 assist e 11 rimbalzi, diventa il primo giocatore dopo Jerry West a realizzare una tripla-doppia con almeno 35 punti ai campioni uscenti. I Thunder però nonostante un vantaggio di 3-1, perdono le restanti tre partite,  ed escono per 4-3 in finale di Western Conference. Questo però per i Thunders sembra più un anno di transizione per poi puntare al titolo nel 2017. Infatti oltre a Durant lascia Oklahoma anche Serge Ibaka facendo un scambio con gli Orlando Magic, in cambio Victor Oladipo, Domantas Sabonis (11a scelta del draft) e Ersan Ilyasova, andando a formare un quintetto titolare con Adams-Kanter e gli altri giovani di talento a disposizione di Billy Donovan, per poi puntare l’anno prossimo a talenti già affermati come Bake Griffin ala grande dei Clippers. Westbrook, che l’anno scorso è stato nominato quarto miglior giocatore del torneo ha così l’incarico di essere la stella e il trascinatore della sua squadra, ruolo che nel 2015 lo ha portato a sfiorare il Play-Off inanellando partite da leccarsi i baffi. Sarà il campo da gioca a fornirci i risultati attesi, prima però testa alle olimpiadi di Rio dove gli Stati Uniti partono ampiamente favoriti, con Westbrook che punta alla seconda medaglia d’oro olimpica dopo quella di Londra 2012.Westbrook e Oklahoma un storia che continua.

Leggi anche:  Mercato NBA Harrell: "Lakers mi hanno voluto, Clippers no"
  •   
  •  
  •  
  •