Gallinari: “A febbraio ho rifiutato Celtics e Clippers”

Pubblicato il autore: Giovanni Cardarello Segui

Danilo GallinariDopo il taglio di Andrea Bargnani e l’inizio della fase discendente di Marco Belinelli, Danilo Gallinari è, di fatto, la principale Stella italiana nella NBA. E’ ai Denver Nuggets dal 2011 e nel 2012-2013, nonostante l’infortunio al legamento crociato del ginocchio, è stato la sorpresa della stagione guadagnandosi sul campo i meritati galloni. Da allora Danilo Gallinari sta cercando, con successo, di tornare definitivamente a regime. Nella scorsa stagione ha giocato in 53 partite portandosi ad una media-career di 19,5 punti. Secondo una recente intervista, rilasciata a Milano nei giorni dell’NBA Zone 2016 e ripresa stamane della rubrica “Shootaround” della NBA,  il Gallo ha rilasciato un importante dichiarazione: “A Denver sto molto bene, nello scorso febbraio si è presentata  la possibilità di andare in qualche altra squadra prima della scadenza della trade. I Clippers e i Celtics si sono avvicinati con forza e proposte interessanti. Ma ho rifiutato. Sono stato negli Stati Uniti per otto anni, questa sarà la mia nona stagione in NBA, mi considero fortunato ad aver realizzato il sogno di tutti i bambini che giocano a basket. Ora il mio obiettivo è quello di vincere qualcosa a Denver dove vivo da cinque anni e mi piace. Sto molto bene e spero di vincere con i Nuggets. Anche se i “Super Teams” come Golden State e Cleveland vanno di moda, vincere a Denver questa stagione sarà molto difficile per tutti.  In Italia tornerei solo all’Olimpia, ma con l’intenzione di vincere, non mi piace l’idea di rivisitazione nostalgica“.

Danilo Gallinari, la sua carriera con i Nuggets

Come recita wikipedia Danilo Gallinari è nato a Sant’Angelo Lodigiano l’8 agosto 1988.
Dopo aver militato nelle giovanili di alcune squadre del lodigiano e del milanese (tra le quali Basket Lodi e Milano3) Gallinari esordisce a 16 anni nella Serie B d’Eccellenza 2004-05 con la maglia del Casalpusterlengo dove colleziona complessivamente 28 presenze. Rilevato dall’Olimpia Milano nel 2005 ha iniziato la sua carriera professionistica nel 2006 nella società milanese  da cui, nel 2008, è volato negli USA per la prima esperienza nella NBA con i New York Knicks dove è rimasto fino al 2011. Dopo un breve rientro in Italia dovuto al lockout nel quale è incappata le lega professionistica statunitense, sempre con l’Olimpia, il 22 febbraio 2011 viene ceduto dai New York Knicks, con cui erano ancora sotto contratto, ai Denver Nuggets, in uno scambio che ha visto coinvolti otto giocatori. Ha esordito in maglia Nuggets il 23 febbraio 2011, nella vittoria casalinga contro i Boston Celtics. Nella prima stagione in maglia Nuggets il Gallo disputa 14 partite di stagione regolare, di cui 12 da titolare più 5 gare di play-off. Nei quattro anni successivi Gallinari è sempre andato in crescendo fino a diventare una colonna della franchigia del Colorado. Da segnalare che il 22 marzo 2015 ha stabilito il career high, realizzando 40 punti nella sfida contro i Magic ad Orlando con 6/8 da 2, 6/13 da 3, 10/11 ai liberi, accompagnati da 7 rimbalzi, 4 assist, 3 palle rubate e 2 stoppate. I Denver Nuggets vincono 119-100 e Gallinari viene eletto uomo-partita. Il suo record assoluto è però dell’11 aprile 2015, quando nella partita tra Dallas Mavericks e Denver Nuggets, dopo due supplementari ha segnato 47 punti, record assoluto per un giocatore italiano in NBA.

  •   
  •  
  •  
  •