Kawhi Leonard testimonial delle Nike Air Jordan XXXI – VIDEO

Pubblicato il autore: Giovanni Cardarello Segui
Kawhi Leonard

Kawhi Leonard nel nuovo spot Nike Air Jordan XXXI (fonte The Score)

Non è facile reperire sul mercato un forte difensore della NBA che non ha bisogno di parole per essere presentato, eppure i creativi della Nike ci sono riusciti. Ecco a voi il video del nuovo spot delle Air Jordan XXXI le ultime nate della filiera Nike dedicata all’indimenticabile campione dei Chicago Bulls Michael Jordan, che vede come protagonista assoluto il due volte Defensive Player Of The Year Kawhi Leonard. Nello spot il giocatore dei San Antonio Spurs non pronuncia nemmeno un verso, ma fa parlare in sua vece la potenza di salto e la forza esplosiva nel difendere il canestro. Nello spot, Leonard evita un centro schiacciando con forza il pallone da basket quasi fosse una ben più leggera sfera da pallavolo. Il resto ve lo lasciamo gustare con i vostri occhi nel video che su youtube sta già diventando virale, in pochi giorni è già oltre le  24.000 visualizzazioni.

Leggi anche:  Mercato NBA Harrell: "Lakers mi hanno voluto, Clippers no"

Il profilo di Kawhi Leonard

Come recita wikipedia, Kawhi Anthony Leonard è nato a Riverside, California il 29 giugno 1991 ed è attualmente in forza ai San Antonio Spurs dove dal 2011 ad oggi ha inanellato 324 partite mettendo a segno 4.620. E’ un’ala piccola che fa dell’intensità agonistica la sua forza principale coprendo con la stessa perizia sia la fase offensiva che quella difensiva. Ma è proprio nella difesa che ha trovato la sua consacrazione, come dicevamo in precedenza, è stato nominato per due anni di seguito, 2014-2015 e 2015-2016 difensore dell’anno. Nella scorsa stagione è stato in corsa per il titolo di MVP finendo secondo alle spalle di Stephen Curry ma sopravanzando del vincitore dell’anello, un tal LeBron James. Kawhi Leonard gioca nella NBA dal 2011, anno in cui viene selezionato come quindicesima scelta assoluta al Draft dagli Indiana Pacers, ma viene ceduto ai San Antonio Spurs in una complessa trade. Deve la sua fortuna iniziale ad un infortunio di Manu Ginobili, poiché Gregg Popovich lo prova come suo sostituto nel quintetto base. Da quel momento non è più uscito di squadra fino a risultare decisivo nella conquista del titolo NBA del 2014. “Grazie alle sue ottime prestazioni in regular season – recita sempre wikipedia – e, soprattutto, nei playoffs, Leonard conduce gli Spurs al loro quinto titolo. Il 10 giugno 2014, nella terza gara delle finals contro Miami, mette a segno un career high di 29 punti che permette alla sua squadra di vincere per 111-92. Le sue giocate e l’ottima marcatura su James nelle cinque partite contro gli Heat gli permetteranno di essere nominato MVP delle Finals a 22 anni e 350 giorni, mantenendo una media di 17.8 punti a partita con il 61% dal campo, diventando il terzo più giovane di sempre a vincere questo titolo dietro ai soli Magic Johnson e Tim Duncan”. Dopo la consacrazione del campo arriva adesso la consacrazione mediatica, il prossimo passo è la riconquista dell’anello.

  •   
  •  
  •  
  •