Kevin Durant, la star dell’estate NBA!

Pubblicato il autore: riccardo seghizzi Segui

Kevin Durant
Kevin Wayne Durant, l’uomo di cui si è parlato di più in questa calda estate NBA.
Neo campione Olimpico a Rio de Janeiro 2016, KD è pronto per la caccia all’anello NBA.
Il suo passaggio da Oklahoma a Oakland ha spiazzato tutti, andando a rinforzare una franchigia già super competitiva e già candidata al titolo.
Scopriamo chi è davvero KD, uno dei giocatori più forti del momento.


Kevin Durant nasce a Washington il 29 Settembre del 1988.
L’ala piccola del Maryland, crescendo, tifa per i Toronto Raptors essendo fan di Vince Carter, guardia dei Memphis Grizzlies.
La scelta del suo numero, il 35, deriva dalla morte del suo allenatore, ai tempi della AAU, Charles Craig.
Le sue straordinarie doti fisiche gli permettono di essere considerato, tutt’ora, uno dei tre più forti giocatori al mondo.
Anche essendo alto più di due metri, KD, mostra una velocità e rapidità eccezionale, un buonissimo tiro dalla media distanza ed una super efficacia nei contropiedi.
Queste sue doti straordinarie, hanno fatto spesso parlare di lui come un giocatore “immarcabile”, per le varietà offensive che è in grado di dare.
Durant ha giocato nella University of Texas di Austin e nel 2007 decise di rendersi eleggibile al Draft NBA 2007.
Nel Draft viene scelto dagli ex Seattle SuperSonics, poi Oklahoma City Tunder, la prima stagione è deludente dal punto di vista dei risultati, ma non per Durant che vince il premio come miglior matricola della stagione.
La stagione successiva Kevin Durant si afferma come miglior marcatore nella lega, gioca i suoi primi play off e riceve la prima convocazione all’ All-Star Game.
Nel 2010-2011 Durant e suoi Tunder arrivati in finale di Conference, vengono sonfitti dai futuri campioni, i Dallas Mavericks.
Il miglioramento costante negli anni di Oklahoma e di Durant tocca il suo apice nella stagione successiva.
Dopo un esaltante percorso di Kevin Durant, che si conferma per il terzo anno consecutivo il miglior realizzatore della lega, sono i Miami Heat di Lebron James ad infrangere il sogno di KD in finale.
La carriera del numero 35 di Oklahoma, prosegue infrangendo record e con prestazioni esemplari, ma senza alcun titolo in bacheca.
L’ultimo acuto arriva nella passata stagione , dove questa volta sono i Golden State Warriors a fermare KD.
In finale di conference infatti Curry e compagni ribaltano il vantaggio di 3 a 1 dei Thunder approdando in finale e rispedendo a casa Durant.
Si chiude così una storia d’amore duranta nove stagioni, ma nessun titolo, nonostante un campione come KD e tanti altri passati ma che non sono riusciti a dare la gioia più grande al numero 35 del Maryland.


Si arriva quindi a questa calda, caldissima estate NBA. Kevin Durant, free agent, ovvero al termine naturale del suo contratto con Oklahoma CIty Tunder, viene bombardato di richieste, offerte faraoniche e progetti di squadra interamente costruiti per lui. KD però non ha dubbi e per riuscire a mettersi al dito il tanto ricercato anello la destinazione giusta è quella di Oakland.
Ad aspettarlo ci sono giocatori del calibro di Curry, Green e Thompson. Inutile dire quanto la prossima ed imminente stagione NBA, aspetti con fermento il quintetto di Golden State Warriors, quasi obbligato ad una stagione fenomenale. Per contro i campioni in carica dei Cleveland Cavaliers di Lebron James aspettano questo confronto stellare.
Per Kevin Durant è arrivato il momento di vincere il titolo NBA. Dopo record su record battuti, imprese fenomenali, premi MVP, due medaglie Olimpiche ed un Mondiale a KD manca il trionfo, quello forse più importante.
Ovviamente per i tifosi Thunders il suo trasferimento è un colpo durissimo, non solo lascia la città, ma va ad accasarsi dai diretti avversari.


Nonostante tutto però Kevin Wayne Durant rimane un campione eccezionale, capace di vincere due medaglie d’oro da protagonista, essere riconosciuto tra i migliori tre giocatori al mondo, un atleta straordinario.
Non ci resta che gustarci le sue magie, e chissà che quest’anno non sia la volta buona…

  •   
  •  
  •  
  •