Kevin Garnett si ritira dopo 21 stagioni NBA

Pubblicato il autore: Serena Caracausi Segui
kevin garnett ritiro

Kevin Garnett si ritira dopo 21 stagioni NBA.

Kevin Garnett si ritira dal basket, dopo 21 stagioni nella NBA. Kevin Garnett, uno dei migliori giocatori difensivi nella storia della lega, e uno dei concorrenti più influenti e intensi del basket, ha postato un video d’addio questo Venerdì, dopo aver raggiunto un accordo con i Minnesota Timberwolves, per la rescissione del contratto. Il breve video, in bianco e nero, mostra Kevin Garnett, mentre cammina da solo attraverso Target Center, con degli occhiali da sole. “Sono solo grato. Non riesco nemmeno a dirlo con le parole”, dice Garnett: “Sono grato. Sono solo grato per tutti e per tutto il vostro amore. Non avrei mai pensato che la gente mi amasse così”.

Kevin Garnett era un ragazzo magro con un sorriso luminoso

Kevin Garnett, 40 anni, ha informato i Minnesota Timberwolves della sua decisione di ritirarsi. “E ‘stata una vera gioia per gli occhi vedere Kevin Garnett entrare in lega da giovane e guardare sviluppare le sue abilità prima di diventare uno dei migliori nella NBA”, ha detto Glen Taylor, proprietario dei Timberwolves, in un comunicato: “Ho fatto tesoro dell’opportunità di vederlo crescere come leader. Vorrei che lui continuasse il successo nel prossimo capitolo della sua vita. I suoi fan di Minnesota terranno sempre nel cuore i ricordi che ci ha regalato”. Garnett, è entrato in lega direttamente dalla scuola superiore nel 1995, il primo giocatore a farlo in due decenni. Era un ragazzo magro con un sorriso luminoso, quando i Timberwolves, hanno colto l’occasione e lo hanno strappato dal Farragut Academy di Chicago. Il suo successo, ha aperto la porta, per una nuova generazione di adolescenti. La decisione, è stata considerata un rischio, ma il successo di Garnett, ha aperto la strada per Kobe Bryant, LeBron James e Tracy McGrady.

Kevin Garnett finisce la carriera con 25.000 punti

Kevin Garnett ha giocato sei stagioni a Boston dove vinse il titolo NBA formando il “Big Four” insieme a Paul Pierce, Ray Allen e Rajon Rondo. “Tutto è cambiato il giorno che Kevin è arrivato a Boston”, ha detto Wycliffe Grousbeck, co-proprietario del Boston Celtics, in un comunicato. “Da quel momento abbiamo capito che potevamo arrivare in finale, e avevamo davvero la possibilità di vincere. Non ho mai incontrato un giocatore così implacabile e un così grande compagno di squadra”. Era inflessibile sul campo, mentre borbottava tra sé, prima del gioco di apertura. Il messaggio era chiaro: niente sarebbe stato facile con lui.“Sono pochi i giocatori che possono influenzare un’organizzazione, come ha fatto Kevin Garnett qui a Boston, sia dentro che fuori dal campo”, ha detto il presidente del Boston Celtics, Danny Ainge: “Ha guidato la nostra squadra, con la sua unità, la sua passione, e il suo incessante impegno per vincere. Kevin ha guadagnato il suo posto tra i più grandi giocatori della storia celtica e NBA.” Conosciuto come il “Big Ticket”, Garnett era in grado di gestire la palla, e prendere la palla all’avversario fuori dal palleggio. E ‘stato uno dei cinque giocatori che ha giocato almeno 50.000 minuti, e le sue azioni sono una leggenda. Garnett ha anche guadagnato più di 330 milioni di $ durante la sua carriera. Ha vinto un anello, un titolo di MVP, un MVP dell’All-Star Game e un titolo di Miglior Difensore dell’Anno. Kevin Garnett finisce la sua carriera NBA come uno dei tre giocatori con 25.000 punti, 10.000 rimbalzi e 5.000 assist. Gli altri Hall of Fame sono Kareem Abdul-Jabbar e Karl Malone.

Ecco dieci, tra le migliori giocate della sua carriera:

  •   
  •  
  •  
  •