Pierce al passo d’addio

Pubblicato il autore: Massimo Maglietta Segui

mercato NBA
The Truth si appresta a disputare la sua ultima stagione, la diciottesima in NBA. Anche lui si aggiunge ai vari Kobe Bryant, Tim Duncan e Kevin Garnett che hanno dato l’addio alla pallacanestro americana tra il 2015 e questi ultimi mesi del 2016. Questo per far capire che la generazione nata negli anni ’70 sta lasciando spazio a quella nata negli anni ’90 che è il futuro della NBA.   Nel draft del 1998  Paul Pierce fu scelto dai Boston Celtics, una delle squadre più vincenti della storia del basket americano. Quell’anno approdarono in NBA anche altri due futuri All Star come il tedesco Nowitzki e Vince Carter. Nell’estate del  2007 a Pierce e Rondo si aggiungono Garnett e Allen.  La squadra vince subito il suo diciassettesimo titolo NBA ma, nella stagione successiva, complice l’infortunio di uno dei Big Three si ferma al secondo turno dei playoff. La stagione 2009/2010  è quella del ritorno in finale NBA per i Celtics che ritrovano ancora una volta i Lakers. Le due squadre non si affrontavano ai playoff dal 1987. Questa volta a prevalere sono stati i gialloviola allenati da Phil Jackson. Nel 2013 il proprietario dei Boston Celtics mette fine all’era dei Big Three cedendo Garnett e Pierce ai Brooklyn Nets. Della squadra vincitrice dell’anello nel 2008 non rimane più nella visto che anche Rondo viene ceduto. Il play, visto che la società non può rinnovargli il contratto,  viene ceduto ai Dallas Mavericks. In maglia Celtics Pierce ha realizzato la bellezza di ventiquattromila punti diventato il secondo giocatore con il maggior numero di punti realizzati nella franchigia dietro Havlicek e il terzo per partite disputate. Ben millecentodue. Numeri da grande star. Nella storia di questa franchigia Dopo una non esaltante stagione con i Nets, Pierce viene ceduto prima ai Washington Wizard e poi nella stagione seguente, quella 2015-2016 viene ceduto ai Los Angeles Clippers. La sua prima stagione nella città degli angeli lo vede sconfitto al primo turno dei playoff per mano dei Portland Trail Blazers. Quest’anno i Clippers non hanno scuse e devo puntare almeno alla finale di Conference. Il sogno  di Paul “The Truth” Pierce è quello di chiudere con il botto conquistando il suo secondo titolo NBA in carriera. Il sogno di qualsiasi star NBA è quello di ritirarsi da vincente. Non ci sono riusciti Bryant, Duncan e Garnett, vederemo se ci riuscirà Paul Pierce. Non sarà facile visto che tra i favoriti  alla vittoria finale ci sono i Golden State Warriors, i Cleveland Cavaliers e i San Antonio Spurs. Con Griffin, De Andre Jordan e Chris Paul non è impossibile sognare un titolo NBA  per la squadra di Los Angeles storicamente meno vincente. I tifosi dei Celtics speravano che Pierce facesse la stessa scelta di Garnett, giocando le ultime stagioni nella città dove tutto ha avuto inizio. Sarebbe stato il giusto tributo per un pubblico che lo ha applaudito per quindici anni prima di vederlo giocare con altre squadre.  Il cuore del giocatore comunque rimarrà per la squadra di Boston nonostante ora si trovi nello stato in cui è nato, la California.

  •   
  •  
  •  
  •