Basket NBA, è iniziata la nuova stagione e già non mancano le sorprese

Pubblicato il autore: MATTIA D'OTTAVIO Segui

AldridgeBasket NBA, è cominciata la nuova stagione con tre incontri molto interessanti: San Antonio sconfigge a domicilio i favoriti Warriors che presentavano il nuovo grande acquisto Durant; i Cleveland Cavaliers ripartono come avevano finito e cioè vincendo, a farne le spese sono i nuovi Knicks di Rose; Portland con un grande quarto periodo batte in casa Utah. Partiamo dalla sfida dell’Oracle Arena con gli Spurs che hanno inflitto una lezione ai padroni di casa con un sonoro 129 a 100. Mattatore della serata è Kawhi Leonard con 35 punti, ai quali va aggiunta una prova maiuscola di Aldridge che mette a referto 26 punti e 14 rimbalzi. I tifosi dei Warriors non si aspettavano un esordio così amaro, probabilmente Kerr avrà bisogno di tempo per amalgamare un team che stasera è sembrato composto da grandi singoli che però hanno molto da lavorare per raggiungere l’unione di San Antonio, che con i sempre terribili Parker e Ginobili, Gasol al posto di Duncan, la grande circolazione della palla alla ricerca del tiratore libero e un’ottima prova a rimbalzo hanno dominato dall’inizio alla fine. Durant non gioca neanche male con i suoi 27 punti, anche Curry segna 26 punti, ma i due hanno regalato grande spettacolo solo a sprazzi, li aspettiamo più avanti, quando le partite cominceranno davvero a pesare. Sono sembrati già al top, invece, i campioni in carica dei Cleveland Cavs: alla Quicken Lons Arena, dopo aver ricevuto gli anelli che spettano ai vincitori della stagione passata, Lebron e compagni hanno regolato con un pesante 117 a 88 i nuovi New York Knicks di Derrick Rose. Lebron regala una grande prova, mettendo a referto l’ennesima tripla doppia della sua carriera, mentre Irving ricomincia dagli ottimi livelli delle Finals segnando 29 punti. Ai Knicks non bastano i 19 punti di Anthony e le discrete prestazioni di Rose e Porzingis, il match è rimasto in bilico fino all’intervallo lungo, ma nel terzo quarto i padroni di casa, guidati dai suoi due leader James e Irving, sono scappati senza mai voltarsi indietro e hanno chiuso questa giornata perfetta davanti ai propri tifosi. La prima notte della palla a spicchi a stelle e strisce si è chiusa con l’incontro più equilibrato: al Moda Center i padroni di casa dei Portland Trail Blazers si sono imposti al termine di un match molto equilibrato per 114 a 103 contro gli Utah Jazz. Protagonisti assoluti sono Damian Lillard e il giovane Noah Vonleh: la grande star segna 39 punti, mentre il 21enne non sbaglia niente dal campo, 5 su 5, compresa una tripla nei suoi 11 punti, realizzati in appena 16 minuti sul parquet. Per i Jazz non sono bastati i 29 punti di Johnson e i 26 di Hood, troppo forte Lillard, che soprattutto nel finale ha messo al tappeto gli avversari. La partita è stata forse la più bella della notte, con le squadre a scambiarsi il controllo della gara, dopo il vantaggio per 54 a 46 per i padroni di casa all’intervallo, Utah nel terzo quarto ha chiuso con un vantaggio di sei punti, ma Lillard negli ultimi cinque minuti regala il più nove che regge fino all’ultima sirena. Finisce così la prima notte di grande basket NBA, allacciate le cinture perché è solo la prima di una lunga serie.

  •   
  •  
  •  
  •