NBA Gallinari e Belinelli subito ok: prime vittorie per Charlotte e Denver

Pubblicato il autore: Lorenzo Siggillino Segui

NBA Gallinari e Belinelli vincono Charlotte e DenverNBA Gallinari e Belinelli vincono: stese New Orleans e Milwaukee

Parte bene la stagione degli italiani in NBA, il calendario del basket americano proponeva un esordio fuori casa per la squadra di Micheal Jordan: Charlotte Hornets at Milwaukee Bucks. Gli uomini del Colorado invece andavano a far visita ad Anthony Davis (che gli ha accolti alla sua maniera): Denver Nuggets at New Orleans Pelicans. I risultati della notte NBA premiano i due azzurri, che portano a casa le prime rispettive vittorie della stagione. In NBA Gallinari e Belinelli non sono reduci da un periodo particolarmente fortunato, ma quest’anno entrambi vogliono il riscatto: il Gallo chiede i playoff ai suoi Nuggets, il Beli vuole ripartire dopo la parentesi negativa a Sacramento.

NBA Gallinari e Belinelli vincono: il Gallo cardine dei Nuggets, Anthony Davis 50 punti ma non basta

Impieghi diversi per i due italiani in NBA: Belinelli sesto uomo degli Hornets, mentre Danilo è stato il giocatore più impiegato da Micheal Malone, coach dei Nuggets. Il risultato di Denver Nuggets-New Orleans Pelicans è 105-100. Anthony Davis 50 punti, prestazione assolutamente mostruosa ma non sufficiente per avere la meglio sui ragazzi di Malone che invece lavorano di squadra. Gallinari 15 punti contro New Orleans, con 50% da tre punti e tre palle rubate. Fondamentale la panchina oltre a Jokic, Nurkic, Barton e Mudiay, mentre per i Pelicans c’è poco oltre Davis. Lance Stephenson non punge e New Orleans paga le assenze (troppe). In NBA Gallinari e Belinelli sono entrati come specialisti del tiro da fuori, ma il Gallo a Denver ha trovato una nuova dimensione, affermandosi come uomo franchigia del Colorado. Gallinari chiude con +4 di plus-minus, segno di una partita completata anche da 3 rubate e 1 stoppata. Denver vince, record Denver Nuggets 1-0.

NBA Gallinari e Belinelli vincono: Belinelli sesto uomo per Charlotte, a Milwaukee non basta Giannis Antetokounmpo, Hibbert 15 punti 5 stoppate 9 rimbalzi

I due italiani in NBA partono con il sorriso. Anche Marco Belinelli può essere contento, contro Milwaukee ha dato il suo apporto uscendo dalla panchina, con un minutaggio di poco inferiore a quello dei titolari. I risultati NBA della notte mettono in evidenza un’altra grande prestazione, oltre a quella di Davis contro Gallinari: Giannis Antetokounmpo 31 punti 9 rimbalzi 5 assist. Non basta il greco ai padroni di casa, che si devono difendere dagli attacchi di Charlotte, pericolosa grazie alle incursioni di Kemba Walker che finisce con 8 assist e 17 punti. In NBA Gallinari e Belinelli hanno spesso avuto una fama di cattivi difensori, al pari di Bargnani, ma hanno con il tempo cambiato l’opinione dei tifosi. Marco infatti viene impiegato tanto in difesa sui minacciosi esterni dei Bucks, l’italiano mette anche a segno 7 punti conditi da 4 rimbalzi. I tabellini delle partite della notte NBA dicono 0/2 da tre punti per l’ex campione della gara del tiro da tre, 3/8 complessivo dal campo con meno del 50% di percentuale di realizzazione. Charlotte può comunque gioire per aver conquistato una vittoria importante in una trasferta difficile. Soprattutto, Steve Clifford, coach di Charlotte, esce dallo stadio di New Orleans con una domanda: è tornato Roy Hibbert? Il centro ex-Lakers resta in campo 32 minuti, tirando un ottimo 6/9 dal campo, per lui 15 punti 5 stoppate 9 rimbalzi. Hibbert è sembrato stranamente simile al giocatore dominante che lottava sotto i canestri ad Indianapolis. Charlotte vince, Charlotte Hornets record 1-0.

  •   
  •  
  •  
  •