NBA, solito Lebron per la capolista Cleveland, vincono anche gli Hornets di Belinelli

Pubblicato il autore: MATTIA D'OTTAVIO

calendario nba delle partite notturneNBA, 5 partite nella notte e sempre un solo nome che svetta su tutti: Lebron James. Il campione dei Cavs mette a referto 28 punti, 14 assist e 9 rimbalzi nella vittoria per 121 a 117 contro i Raptors, nella rivincita della finale di Conference della passata stagione. Negli altri match tornano alla vittoria gli Hornets di Belinelli (autore di un’ottima prova), i Lakers vincono di misura contro i Nets, Chicago stravince a Portland e Atlanta sbanca Miami. Partiamo proprio dalla sfida della Quickel Loans Arena dove i padroni di casa hanno faticato parecchio a piegare Toronto. I Raptors infatti hanno condotto per lunghi tratti la gara, ma hanno commesso troppi errori nel finale, quando la palla pesava di più. Oltre alla maiuscola prova di Lebron va sottolineata la bella prestazione di Channing Frye, autore della tripla che sostanzialmente ha deciso l’incontro; a 59 secondi dalla fine l’ala dei Cavs ha piazzato la “bomba” del 117 a 115, DeRozan (il migliore dei suoi insieme a Lowry) non ha saputo rispondere e sulla partita sono calati i titoli di coda. Marco Belinelli e compagni tornano alla vittoria dopo due sconfitte consecutive, contro i Minnesota Timberwolwes per 115 a 108. Convincente la prova dell’italiano che realizza dodici punti, è infallibile da dietro l’arco e segna  un’importante tripla a quattro minuti dalla fine facendo iniziare la fuga decisiva degli Hornets, concretizzata da un ottimo Kaminky autore di 20 punti, quasi tutti nelle fasi cruciali dell’incontro. Riprendono a correre anche i Lakers, che venivano da una brutta sconfitta proprio a Minnesota. Allo Staples Center i gialloviola vincono per 125 a 118 contro Brooklyn grazie ad una bella prova del collettivo, che sembra stia diventando un marchio di fabbrica per i giovani di coach Walton. Dopo due quarti equilibrati, nel terzo periodo i losangelini scappano sul più tredici, ma non riescono a mettere la parola fine sull’incontro. I Nets infatti, guidati da Booker e Lopez non hanno mai mollato, ma alla fine si sono dovuti arrendere davanti ad un grande Mozgov sotto canestro e i sempre positivi Russell, Randle, Ingram e Clarkson. I Bulls passeggiano a Portland, rifilando ai padroni di casa un sonoro 113 a 88. Nonostante l’assenza di Rondo Chicago scappa sin dalle prime battute, mentre Lillard e compagni hanno litigato per tutta la serata con il ferro. Alla fine il tabellino dirà 19 punti sia per Wade che per Lillard, ma pesano molto di più quelli dell’ex Heat, coadiuvato da Butler che segna 27 punti. Chiudiamo con la sfida dell’American Airlines Arena, con Atlanta che centra l’ottava vittoria stagionale piazzandosi seconda nella Eastern Conference alle spalle di Cleveland, mentre i padroni di casa di Miami trovano la sesta sconfitta stagionale. Brutta prova degli Heat che trovano poco la via del canestro, nonostante l’ennesima buona prestazione di Whiteside. Atlanta controlla dall’inizio alla fine, grazie ad un’ottima circolazione della palla in fase offensiva e ad un ispiratissimo Schroder  che segna 18 punti, compresi i liberi decisivi per chiudere l’incontro sul 93 a 90 finale. Stanotte il piatto sarà più ricco con undici incontri davvero interessanti, anche Gallinari scenderà sul parquet, restate collegati perché il grande basket NBA non dorme mai.

  •   
  •  
  •  
  •