NBA Risutati, Klay Thompson IMMENSO! GIOIA per Gallinari e Belinelli

Pubblicato il autore: fabio felicetti Segui

Sono state 11 le gare nella notte NBA, pronti via all’Oracle Arena dove i Golden State Warriors vincono con facilità disarmante contro gli Indiana Pacers (142-106), vittoria straripante dei vicecampioni NBA grazie ad uno straordinario Thompson che mette a segno ben 60 punti in 29 minuti, è il secondo punteggio più alto di sempre dopo i 62 punti di Kobe Bryant nella stagione 2005/06 contro i Dallas Maveriks, e quarto giocatore nella storia dei Warriors a mettere a segno 60 punti in una sola partita dopo Wilt Chamberlain, Rick Barry e Joe Fulks.
Risultati ricchi di spunti per questa notte NBA trionfo anche dei Cleveland Cavaliers che vanno a vincere sul parquet di casa Raptors (116-112), performance e qualità di Lebron James con i suoi 34 punti, vittoria di Oklahoma City Thunder su Atlanta hawks (102-99) condita da una prestazione ottima e ormai costante di Russel Westbrook accumulando le doppie triple consecutive raggiungendo quota sei nella classifica NBA. Disfatta casalinga dei Chicago Bulls contro Portland Trail Blazers (110-112) che nonostante i 34 di Wade e i 26 di Butler deve arrendersi ad una buona prova collettiva di Lillard (30) e compagni. Successo di misura di San Antonio Spurs su Milwaukee Bucks (97-96) e il testa a testa tiratissimo degli Houston Rockets che mandano KO i Boston Celtic (107-106) con i 37 punti e 8 assist di James Harden. Finisce con la vittoria (110-108) all’overtime dei Memphis Grizzlies sui New Orleans Pelicans, crollano i Dallas Mavericks contro i Charlotte Hornets di Marco Belinelli (101-109) cosi come i Los Angeles Lakers non bastano i 38 punti di Williams nella disfatta interna con gli Utah Jazz (101-107), hanno la meglio i Washington Wizards nella sfida che li vedeva affrontare i Nets (118-113) Volano i Denver Nuggets di Gallinari, top scores della partita con 24 punti 4 rimbalzi 3 assist 2 palle recuperate e anche la soddisfazione di una stoppata su Dario Šarić (foto) in trasferta sul campo dei Philadelphia 76ers (106-98), nonostante una buona prestazione del Rookie croato, finalmente un ottima prova di Danilo Gallinari protagonista nel successo odierno, ha fatto quello che doveva fare, prendere la squadra per mano e condurla verso la vittoria, queste le sue parole rilasciate nel post gara “Ho provato a giocare aggressivo. Credo di aver fatto un buon lavoro in questo senso. Sono davvero contento per la vittoria, perché ne avevamo bisogno più di ogni altra cosa.”  ha poi proseguito confermando l’importanza di questo match  NBA “Ne avevamo parlato. Sapevamo che dovevamo vincere. Siamo stati capaci di recuperare e chiudere l’incontro, soprattutto a livello difensivo e per tutta la durata della partita, credo che in questo aspetto abbiamo messo assieme una bella prestazione”.
Non è stata una vittoria agevole per i Nuggets, le troppe palle perse nel primo quarto non facevano presagire niente di buono ma poi si è notato il gallo aggressivo dinamico e a tutto campo che nonostante la pericolosità dimostrata da Šarić che con le sue doti gli italiani appassionati di NBA e pallacanestro in generale hanno, purtroppo imparato a conoscere quando a luglio 2016 con la divisa della sua nazionale ha infranto i sogni olimpici azzurri, ma in questa notte NBA non ha potuto fare altro che soccombere alla grinta di Danilo Gallinari che si è preso il lusso di completare la sua prova con una stoppata proprio sul croato dei 76ers.gallinari vs Šarić

  •   
  •  
  •  
  •