Russell Westbrook, triple double man: quanto distano i record?

Pubblicato il autore: Giovanni Matteo Tuzzi Segui

Russell Westbrook
Russell Westbrook
sta disputando la migliore stagione della sua carriera: la sesta tripla doppia di fila registrata nella notte vale l’avvicinamento sulle sette consecutive che un certo Michael Jordan collezionò nel 1989. Nella partita contro i Pelicans di tre giorni fa aveva perso anche 10 palloni, diventando il primo dopo nel 2000 ad andare in doppia cifra in queste quattro voci statistiche, ovvero punti, rimbalzi, assist e perse. Ha raggiunto le 10 triple doppie in stagione alla ventunesima partita, prima di ogni altro giocatore nella storia Nba tranne il mitico Oscar Robertson, che ci mise solamente dodici partite nel 1961.

OSCAR ROBERTSON È L’UNICO AD AVER CONCLUSO UN’INTERA STAGIONE CON UNA TRIPLA DOPPIA DI MEDIA

Westbrook fino ad ora in stagione ha delle medie spaventose: 31 punti, 10,9 rimbalzi e 11,3 assist a partita. Non ci vuole certamente un genio per capire che Russell sta cercando di entrare nella storia della Nba dalla porta principale. Robertson è stato l’unico giocatore ad aver concluso una stagione con una tripla doppia di media, visto che nel 1961 riuscì a mantenere medie spaventose con 30.8 punti, 12.5 rimbalzi e 11.4 assist a partita.

https://www.youtube.com/watch?v=TLQkyYs3d-0


ADESSO RUSSELL WESTBROOK PUNTA AL RECORD DI TRIPLE DOPPIE CONSECUTIVE

In realtà, però, quello è uno dei record che Russell Westbrook potrebbe toccare solamente al termine della stagione. Quello più immediato che potrebbe riuscire ad infrangere è quello relativo al maggior numero di triple doppie consecutive. Nella storia Nba guida Wilt Chamberlain con 9 di fila nel 1968, poi ci sono Michael Jordan e Oscar Robertson a 7, rispettivamente nel 1989 e nel 1961 ed ecco Russell Westbrook a 6. Per quanto riguarda la classifica di triple doppie totali nella storia Nba, Westbrook è al sesto posto con 47, preceduto da Bird con 59 e Chamberlain con 78. Sul primo gradino del podio di questa classifica troviamo sempre Robertson con 181, poi Magic Johnson con 138 e Jason Kidd con 107. Insomma, la strada per il talento di OKC è ancora lunga, ma ha tutte le carte in regola per provare il colpaccio, soprattutto se manterrà queste spaventose medie almeno fino a marzo.

  •   
  •  
  •  
  •