Carmelo Anthony trade: Melo diretto verso la Western Conference

Pubblicato il autore: Alberto Pedrazzini Segui

carmlo anthony trade

La Carmelo Anthony trade si fa sempre più possibile con il passare dei giorni. Nonostante ciò ‘Melo non si risparmia quando si tratta di portare i suoi New York Knicks alla vittoria. Nella notte appena passata la franchigia della Grande Mela ha sconfitto gli Charlotte Hornets con il risultato di 107 a 110. La gara, come si evince dal punteggio finale, è stata molto equilibrata ed è stata decisa nell’ultimo minuto. A 23 secondi dal termine, con il risultato in bilico sul 105-107, provate a indovinare chi si è preso la responsabilità del tiro decisivo? Ma ovviamente il protagonista della Carmelo Anthony trade. Il n.7 dei New York Knicks, marcato da un ottimo difensore come Michael Kidd Gilchrist, ha preso palla dal gomito, ha messo palla per terra prima di raccogliere il palleggio e segnare il canestro che ha permesso ai Knicks di andare sul +4 e di mettere a sicuro il successo.

Carmelo Anthony trade: destinazione Clippers per ‘Melo?

Carmelo Anthony trade: ieri vi avevamo parlato di due possibili destinazioni per ‘Melo: i Boston Celtics e i Los Angeles Clippers. I biancoverdi si sono tolti dalla corsa alla stella di NY con la squadra allenata da Doc Rivers che è rimasta l’unica candidata alle prestazioni dell’ex Denver Nuggets. Al momento sembra che i Knicks e i Clippers siano alla ricerca di una terza squadra da inserire all’interno della Carmelo Anthony trade. La franchigia della Grande Mela sarebbe disposta a cedere ‘Melo senza avere uno dei Big Three (Chris Paul, Blake Griffin, DeAndre Jordan) in cambio ma è categorica nel non rivolere Jamal Crawford, che a 36 anni ha in mano un triennale da 42 milioni di dollari. Invece i Los Angeles Clippers non vogliono privarsi di JJ Reddick, guardia titolare del quintetto di Doc Rivers. Per questo motivo le due franchigie stanno cercando di trovare una terza squadra per poter rendere possibile la trade che porterebbe Carmelo Anthony in California. Di certo questa situazione non sta facendo bene ai New York Knicks, dove da sempre qualsiasi cosa viene amplificata a dismisura. Ieri nella vittoria contro gli Charlotte Hornets, l’ex Syracuse ha chiuso con 18 punti e 11 rimbalzi ma ha tirato malissimo: 8/26 dal campo di cui 1/7 da tre punti. Ad un certo punto Anthony si è trovato in lunetta per tirare tre tiri liberi e dopo aver sbagliato i primi due i tifosi presenti al Madison Square Garden hanno iniziato a fischiare il proprio beniamino…. per poi tornare ad esaltarlo dopo il canestro della vittoria a 23 secondi dalla fine. Dire addio a Carmelo Anthony vorrebbe dire salutare qualsiasi aspirazioni ai playoff NBA 2017. E sì che la post-season non è poi così lontana. I New York Knicks hanno un record di 21 vittorie e 27 sconfitte. Esso è così negativo a causa di un pessima striscia di K.O. consecutivi ma prima di essa i Knicks erano nella parte centrale della zona playoff. Ma al momento non tutto è perduto visto che ad Est l’ottava posizione è occupata dai Chicago Bulls, che sono a quota 23 vittorie e 25 sconfitte. NY ha due sole gare di distanza dall’ottavo posto, ciò vuol dire che il sogno playoff è ancora possibile. Certo è che se la Carmelo Anthony trade andasse a buon fine le speranze newyorchesi si affievolirebbero di molto.

  •   
  •  
  •  
  •