NBA, Charles Oakley arrestato al Madison Square Garden

Pubblicato il autore: Giovanni Cardarello Segui
Charles Oakley

Charles Oakley arrestato al Madison Square Garden (Fonte Twitter Karda)

E’ successo di tutto la scorsa notte al Madison Square Garden di New York, ma non parliamo del match fra i New York Knicks e i Los Angeles Clippers (119-115 il risultato), ma dell’arresto in diretta tv di Charles Oakley per quello che la franchigia della Grande Mela ha definito “un comportamento fortemente inappropriato e assolutamente offensivo e ingiurioso“.

La sceneggiata, che potete vedere nel video che segue, si è svolta poco prima dell’inizio della partita a bordo campo, con un sorpreso John McEnroe a due passi ad osservare. Charles Oakley ha cominciato a inveire contro James Dolan, l’attuale proprietario della franchigia newyorchese con il quale i rapporti sono tesissimi da tempo al punto da essere stato escluso nelle manifestazioni riguardanti i grandi ex della squadra.

A questo punto sono intervenuti gli agenti di sicurezza del Madison Square Garden e, secondo i New York Knicks, Charles Oakley “è stato espulso e al momento è sotto arresto da parte del dipartimento della polizia di New York. Charles Oakley, si legge in una nota della franchigia newyorkese, è stato un grande rappresentante dei Knicks, speriamo possa presto farsi aiutare“.

Una volta rilasciato l’ex giocatore, ed ora allenatore, NBA  ha dato la sua versione dei fatti: “Ero arrivato da quattro minuti, non avevo detto niente a nessuno, lo giuro su mia madre. Sono arrivati gli agenti di sicurezza a chiedermi cosa facessi così vicino al posto del proprietario Dolan. Mi ero regolarmente comprato il biglietto. Continuavano a guardarmi, così gli ho chiesto cosa avessero da guardare, e loro mi hanno chiesto di lasciare il mio posto. Non me ne vado da nessuna parte è stata la mia risposta e da li mi hanno allontanato“.

Charles Oakley, come sottolineato dai Knicks, è stato un’atleta importante del club di New York  dove ha giocato ininterrottamente dal 1988 al 1998 mettendo insieme 727 presenze e realizzando 7.528 punti. L’ala di Cleveland era approdato ai Knicks dai Chicago Bulls franchigia con cui aveva esordito nel 1985. Con i Knicks, Oakley, ha conquistato un premio come miglior difesa NBA nel 1994 anno nel quale ha anche partecipato all’All-Star Game. Terminata la sua esperienza al Madison Square Garden Charles Oakley ha poi proseguito la sua carriera ai Toronto Raptors (1999-2001), e dopo un breve ritorno ai Bulls, ha chiuso la sua esperienza da giocatore NBA con i Washington Wizards e gli Houston Rockets. In panchina, ad oggi, è stato solo vice coach dei Charlotte Bobcats gli attuali Charlotte Hornets.

Il video dell’arresto di Charles Oakley

  •   
  •  
  •  
  •