Jamal Murray MVP del Rising Star Challenge

Pubblicato il autore: Massimo Maglietta Segui

Jamal Murray

Jamal Murray,compagno di Danilo Gallinari ai Denver Nuggets, è stato eletto MVP del Rising Star Challenge. Questa notte si è disputata a New Orleans la partita tra Team Usa e Team Word che ha aperto ufficialmente l’All Star Game Weekend. Il primo tempo della sfida tra le stelle NBA del primo e del secondo anno viene vissuto sul filo dell’equilibrio. Il team Word nella ripresa decide di vincere la sfida e mette la sesta. La schiacciata di Saric tre minuti e mezzo dopo l’inizio del terzo quarto li porta sul +19.  Poi Towns, Simmons e Kamisky riavvicinano Team USA. Jamal Murray però è ispirato e negli ultimi sette minuti dell’ultimo quarto mette a referto 18 punti.  Per lui alla fine i punti totali sono 36 conditi anche da 11 assist e un 9/14 dalla linea dei tre punti. Non ci sono dubbi è lui l’MVP della partita. Punteggio finale Team Word 150  Team USA 141.  Di partita vera c’è ne stata ben poca. Per la maggior parte del tempo gli spettatori presenti al palazzetto di New Orleans hanno assistito ad assist spettacolari, schiacciate ed alley-oop. In questi casi il risultato conta poco, l’importante è far divertire gli spettatori. Stanotte l’All Star Game Weekend prosegue con la gara nel tiro da tre punti e quella ancor più spettacolare delle schiacciate. Dopo il forfait di Zach LaVine  Aaron Gordon avrà la strada spianata verso la vittoria?

Jamal Murray:futuro da predestinato nella NBA

Jamal Murray è approdato in NBA soltanto quest’anno, venendo scelto nel Draft dai Denver Nuggets. Il diciannovenne canadese gioca come Guardia. In questa stagione il suo non è uno di quegli impatti devastanti, visto che al momento ha una media di 8.9 punti a partita. Le sue gare migliori sono quelle contro i Los Angeles Lakers dove mette a referto 14 punti e quella contro i Milwaukee Bucks dove ne segna 18. Il ragazzo è giovane. Il tempo per diventare un campione NBA c’è. Vista la grande prestazione al Rising Star Challenge dell’All Star Weekend, possiamo dire che il talento non gli manca.

La grande partita disputata questa notte sul parquet di New Orleans forse potrebbe dargli maggiore consapevolezza nei suoi mezzi. Basterà un grande Jamal Murray  per far arrivare Denver ai playoff? I tifosi della franchigia NBA sperano di si.  La squadra della città del Colorado, non raggiunge i playoff dalla stagione 2012-2013  quando in rosa oltre a Danilo Gallinari e Wilson Chandler c’erano anche Iguodala e Randolph. In quella stagione furono sconfitti al primo turno per 4 a 2 dai Golden State Warriors. Da allora soltanto delusioni, per i tifosi di Denver.  Negli ultimi  quattro anni, non hanno mai potuto avere Gallinari al 100% all’interno di una stagione.  Sempre verso febbraio, guarda caso alla viglia dell’All Star Game, il Gallo subiva un infortunio che gli faceva terminare anzitempo la stagione.

Sicuramente Jamal Murray, vista l’età e il talento, sarà il futuro della NBA. Chissà che un giorno non possa essere il nuovo Kobie. Il paragone è un pò azzardato ma il diciannovenne canadese ha tutto per diventare uno dei migliori nella lega professionistica di basket  più importante al  mondo.

  •   
  •  
  •  
  •