Mercato NBA 2017: i Kings cedono DeMarcus Cousins

Pubblicato il autore: Alberto Pedrazzini Segui

mercato NBA 2017

Nella notte appena passata non c’è stato solo l’All Star Game, ma anche una clamorosa trade di mercato NBA 2017. I Sacramento Kings hanno ceduto la propria stella DeMarcus Cousins ai New Orleans Pelicans. Boogie è il centro più forte di tutta la lega ma è una testa calda. Tecnicamente è tra i migliori della National Basketball Association, ha dei fondamentali impressionanti e in questa stagione sta facendo registrare le seguenti medie: 27.8 punti e 10.6 rimbalzi di media a partita. I numeri sono impressionanti ma il motivo per cui il centro è stato ceduto è ovviamente un altro: la testa. Il protagonista dell’incredibile trade di mercato NBA 2017 è già a quota 17 falli tecnici in stagione, basta questo dato per spiegare il “caratterino” del miglior pivot della lega.

Mercato NBA 2017: cosa ottengono in cambio i Sacramento Kings

DeMarcus Cousins va ai New Orleans Pelicans a prezzo scontatissimo. Potremmo definirla così la trade che si è conclusa da poche ore. Infatti i Sacramento Kings cedono la propria stella, un tre volte All Star, in cambio di sostanzialmente niente. Sì perché in California arrivano Buddy Hield, Tyreke Evans, Lanston Galloway e una prima e seconda scelta al draft NBA 2017. I Kings erano lontani una partita e mezza dall’ottavo posto ad Ovest, che è occupato dai Denver Nuggets. Con questa trade si auto-escludono dalla corsa ai playoff e molto probabilmente finiranno sul fondo della Western Conferece e della Pacific Division. Discorso diverso per i New Orleans Pelicans, i quali sulla carta hanno a disposizione la miglior coppia di lunghi di tutta la NBA. Anthony Davis ha da sempre dichiarato la sua preferenza nel giocare nel ruolo di ala grande e ora con DeMarcus Cousins potrà farlo. I SE sono grandi come una casa ma se le due stelle funzioneranno assieme allora la squadra della Big Easy potrà raggiungere tranquillamente i playoff. Attualmente i Pelicans sono a quota 23 vittorie e 34 sconfitte, ovvero a due gare di distanza dai già citati Denver Nuggets. La rincorsa è già iniziata…

  •   
  •  
  •  
  •