Paul Pierce Boston Celtics: l’ultimo ballo al TD Garden

Pubblicato il autore: Alberto Pedrazzini Segui

Paul Pierce Boston Celtics

Paul Pierce Boston Celtics è un binomio che salta subito in mente leggendo il nome dell’ala nata a Los Angeles. Nonostante The Truth abbia giocato anche con le maglie dei Brooklyn Nets, dei Washington Wizards e dei Los Angeles Clippers, l’associazione che viene fatta è Paul Pierce Boston Celtics. PP è una vera e propria leggenda della storica franchigia NBA, che lo scelse al draft 1998 con la posizione n.10. Pensando a Paul Pierce Boston Celtics la mente va subito al 2008, anno in cui The Truth e compagni vinsero il titolo, battendo in finale i Los Angeles Lakers. Quella squadra era guidata da Doc Rivers e dai Big Three: Paul Pierce, Kevin Garnett e Ray Allen, con quest’ultimi due che si aggiunsero a PP nell’estate del 2007 e subito centrarono l’obiettivo titolo NBA. Poi i Lakers di Kobe Bryant e Pau Gasol si presero la rivincita nel 2010 in una delle più belle serie finali NBA degli ultimi anni. Il classe 1977 è un simbolo della squadra biancoverde visto che è il terzo nella storia dei Celtics per partite giocate, il secondo realizzatore, il settimo rimbalzista, il quinto per numero di assist e il secondo per palle recuperate. Inoltre è uno dei tre giocatori della storia dei Celtics ad aver segnato più di 20.000 punti, gli altri due sono Larry Bird e John Havlicek. Inoltre Pierce è stato convocato per dieci volte all’All Star Game NBA e nel 2008 si è portato a casa il premio di MVP delle finali. Davvero non male per una decima scelta al draft.

Leggi anche:  Playoff NBA 2021: i Clippers raggiungono i Suns nella finale dell'Ovest

Paul Pierce Boston Celtics: l’ultima apparizione al TD Garden

Ieri i Los Angeles Clippers, attuale squadra dell’ala, hanno giocato sul campo della squadra che fu di Larry Bird. Essa è stata l’ultima apparizione a Boston di The Truth (il giocatore ha annunciato da tempo la sua intenzione di ritirarsi al termine dell’annata) e la franchigia gli ha regalato uno splendido tributo, che è stato mandato in onda prima dell’inizio della gara. Pierce è stato salutato dall’ovazione dei tifosi presenti nell’arena e il veterano si è commosso fino ad arrivare alle lacrime. Con la gara di ieri sera, ancora una volta la NBA ha dimostrato di essere una lega capace di far sognare, teatro di storie incredibili. Sì perché Paul Pierce, per la sua ultima gara al TD Garden, ha ricevuto in regalo da Doc Rivers la partenza in quintetto. The Truth prima della palla a due ha baciato il logo della franchigia a metà campo, ha giocato i quattro minuti iniziali prima di essere richiamato in panchina dal suo allenatore senza aver effettuato alcun tiro. Pierce non aveva mai concluso una gara a Boston senza nemmeno un punto e con il risultato ormai al sicuro (99 a 107 per la formazione allenata da Stevens) è stato rimesso in campo a 20 secondi dal termine. PP ha preso palla in punta prima di tirare e, ovviamente, segnare la tripla con cui ha chiuso la sua ultima apparizione al TD Garden di Boston.

Leggi anche:  Brooklyn Nets-Milwaukee Bucks: streaming e diretta tv? Dove vedere gara 7

Il video tributo dedicato a Paul Pierce che ripercorre la carriera di The Truth con la maglia dei Celtics

  •   
  •  
  •  
  •