Playoff NBA: la legge di Lebron James e Kawhi Leonard

Pubblicato il autore: Alberto Pedrazzini Segui

playoff NBA

I playoff NBA sono iniziati sabato con quattro partite: Indiana Pacers-Cleveland Cavaliers 108-109; Milwaukee Bucks-Toronto Raptors 97-83; Memphis Grizzlies-San Antonio Spurs 82-111; Utah Jazz-Los Angeles Clippers 97-95. Altre quattro partite sono state giocate a Pasqua: Atlanta Hawks-Washington Wizards 107-114; Portland Trailblazers-Golden State Warriors 109-121; Chicago Bulls-Boston Celtics 106-102; Oklahoma City Thunder-Houston Rockets 87-118.  Nella notte appena passata c’è stato il secondo atto della serie tra Memphis Grizzlies e San Antonion Spurs e di quella tra Cleveland Cavaliers e Indiana Pacers. Partiamo da quest’ultima, che ha visto la vittoria di Lebron James e compagni con il risultato di 111 a 117. LBJ, dopo i 32 punti, 6 rimbalzi e 13 assist di gara 1, ha giocato un’altra partita totale, chiudendo con 25 punti, 10 rimbalzi, 7 assist e 4 stoppate, compresa quella su Turner a 24 secondi dal termine che ha definitivamente indirizzato il match in direzione Cavs. In questa gara 2 dei playoff NBA, Lebron James ha avuto una grande mano da Kyrie Irving e Kevin Love. Il play ha segnato ben 37 punti, dieci in più del lungo, il quale ha anche catturato 11 rimbalzi. Ai Pacers, che nel primo incontro della serie avevano tirato con Miles per la vittoria, non sono bastati i 32 punti, 8 rimbalzi e 7 assist di un fantastico Paul George. Nella notte si è giocata un’altra partita di playoff NBA: Memphis Grizzlies-San Antonio Spurs. A vincere sono stati i texani per 82 a 96 e ora sono avanti 2-0. Il match ha visto un unico dominatore: Kawhi Leonard. L’ala ha fatto registrare il nuovo massimo in carriera nella post-season: 37 punti. Il classe 1991 è andato anche in doppia doppia visto che ha catturato 11 rimbalzi. Vedendo gli highlights e leggendo le statistiche è impossibile non pensare alle parole di Gregg Popovich, che dopo gara 1 aveva dichiarato: “Sono i playoff NBA e lui ha alzato il suo livello. Questo è quello che fanno le star. Ha fatto grandi giocate, è un ragazzo determinato e sta capendo solo adesso ciò che può fare sulle due metà campo“. In quell’occasione Leonard aveva segnato 32 punti in 32 minuti, ieri, se possibile, si è migliorato. Gli Spurs sono partiti fortissimi grazie a un primo tempo vinto 37 a 56. Quando sembrava di assistere a una partita senza storia c’è stato il rientro della formazione ospite con coach David Fizdale bravissimo a motivare i suoi: “Siamo sotto di 19, iniziano a rientrare fino a meno dieci e poi vediamo come si mettono le cose da quel punto“. Detto fatto e Memphis torna sul -10 (65-75) grazie a una tripla di Mike Conley quasi sulla sirena del terzo quarto. I Grizzlies arrivano fino a -5 (75-80) a 6 minuti e 45 secondi dal termine ma San Antonio decide di dare un’ulteriore accelerata e scappano via fino al +14 finale.

Playoff NBA: la situazione prima delle partite di questa notte

Eastern Conference: Cleveland Cavaliers-Indiana Pacers 2-0; Chicago Bulls-Boston Celtics 1-0; Milwaukee Bucks-Toronto Raptors 1-0; Washington Wizards-Atlanta Hawks 1-0. Western Conference: San Antonio Spurs-Memphis Grizzlies 2-0; Golden State Warriors-Portland Trailblazers 1-0; Utah Jazz-Los Angeles Clippers 1-0; Houston Rockets-Oklahoma City Thunder 1-0.

Playoff NBA 2017: gli appuntamenti di questa notte

Nella notte italiana si disputeranno tre gare 2. I Boston Celtics riceveranno i Chicago Bulls mentre i Milwaukee Bucks giocheranno sul campo dei Toronto Raptors. L’ultimo appuntamento sarà quello tra Utah Jazz e Los Angeles Clippers allo Staples Center di L.A.

  •   
  •  
  •  
  •