Russell Westbrook entra nella leggenda [VIDEO]

Pubblicato il autore: Alberto Pedrazzini Segui

russell westbrook

Nella notte appena passata Russell Westbrook ha aggiunto un ulteriore capitolo alla sua stagione leggendaria. Gli Oklahoma City Thunder erano di scena sul campo dei Denver Nuggets e dopo il primo tempo le statistiche del playmaker erano già impressionanti: 23 punti, 12 rimbalzi e 6 assist. Tutte le cifre sono aumentate fino ad arrivare al momento in cui si è fatta la storia. A poco più di quattro minuti dalla fine dell’ultimo quarto, Russell Westbrook è penetrato in area scaricando nell’angolo per la tripla di Semaj Christon, il quale ha segnato il tiro che ha permesso a RW0 di raggiungere la tripla doppia. E così la stella dei Thunder ha superato il record di Oscar Robertson mettendo a segno la bellezza di 42 triple doppie stagionali. Westbrook chiude la stagione in tripla doppia di media, entrando nella leggenda della NBA. Il giocatore franchigia di OKC è anche il primo nella classifica realizzatori con 31,9 punti di media, è terzo in quella degli assist (10.4) ed è undicesimo alla voce rimbalzi con 10.7. La gara contro i Denver Nuggets gli ha permesso di entrare ancor di più nella storia e ovviamente è stata conclusa da RW0 in maniera superlativa. I Thunder, sotto di due punti e con una rimessa in attacco a favore a 2.9 secondi dal termine, hanno fatto arrivare la palla a Russell Westbrook, il quale si è alzato da 9 metri mettendo a segno la tripla allo scadere che ha mandato in visibilio i tifosi dei Thunder. L’ex UCLA ha chiuso la sua gara con delle statistiche impressionanti: 50 punti, 16 rimbalzi e 10 assist.

Russell Westbrook o James Harden: chi sarà l’MVP

Sarà un’impresa molto ardua scegliere l’MVP della stagione visto che entrambi i giocatori se lo meriterebbero. RW0 ha chiuso una stagione in tripla doppia di media ma si potrebbe far notare che il dato dei rimbalzi è piuttosto “dopato”. Infatti la stella dei Thunder è il primo nella voce dei rimbalzi non contestati (8.6) e in tutta la NBA ci sono solo due giocatori che contestano meno tiri da tre punti di lui: Hassan Whiteside e Rudy Gobert. Ma è altrettanto vero che gli 8.6 rimbalzi non contestati a partita Russell Westbrook li trasforma immediatamente in transizioni offensive che possono generare punti. Il miglior realizzatore della lega ha delle cifre superiori a quelle di James Harden ma i Thunder chiuderanno la regular season al sesto posto della Western Conference, dunque bene ma non benissimo. I numeri della stella degli Houston Rockets sono anch’essi strepitosi visto che è primo nella classifica degli assist (11.2) e secondo in quella dei punti (29.2) e inoltre ha guidato la sua squadra al terzo posto della Western Conference.  Il Barba ha cercato di far valere le sue ragioni dichiarando: “Vincere è la cosa più importante nel basket. Ciò che conta è portare la tua squadra in una posizione per avere più chance di vittoria finale. Ciò che ha fatto Russell è incredibile, ha giocato bene per tutta la stagione e ha raggiunto un grande traguardo personale“. Scegliere chi sia l’MVP tra Russell Westbrook e James Harden è veramente un’impresa ardua, forse ha ragione Kobe Bryant, che ha detto che quest’anno sarebbe giusto assegnare il premio di co-MVP.

  •   
  •  
  •  
  •