NBA, Danny Ainge: “Thomas non è una star”

Pubblicato il autore: Giordano Pizzari Segui

Notizia di questa estate di mercato NBA è stata la trade che ha portato Kyrie Irving a Boston, in cambio di Isaiah Thomas, Ante Zizic, Jae Crowder e due future scelte al draft. Il playmaker di Boston, Thomas, è stato simbolo della rinascita dei Celtics, franchigia dalla grande tradizione sportiva sin dai tempi di Bill Russel prima, e Larry Bird poi.

Proprio Thomas ha rilasciato recentemente alcune dichiarazioni a proposito di Danny Ainge, il General Manager della franchigia NBA di Boston, esprimendo il proprio dispiacere sul modo in cui i Celtics, che lo avevano pescato alla sessantesima scelta del draft, lo hanno lasciato andare.

Non si è  lasciata attendere la risposta di Danny Ainge, che ha dichiarato: “Sappiamo che Cleveland è la nostra principale competitor a Est e che nella trade abbiamo girato alcune opzioni con cui allungare il roster. Anche loro sanno con chi hanno scambiato. Noi siamo convinti, in cambio di buoni giocatori, di aver preso una star. Loro hanno preso il nostro play migliore della scorsa stagione e noi il loro. Vedremo col tempo chi avrà fatto l’affare.”

Solo il tempo, quindi, ci dirà chi ha ragione. Per il momento, però, possiamo godere solamente delle giocate di Irving, in quanto Isaiah Thomas dovrà restare ai box almeno fino a gennaio a causa di un infortunio all’anca. Gli appassionati di NBA dovranno aspettare ancora…

  •   
  •  
  •  
  •