Acea Roma Pesaro, sconfitta in casa che brucia,76-80

Pubblicato il autore: Massimo Risa Segui

Sconfitta che brucia in casa Acea,76-80 il punteggio. Contestato dai capitolini  un fischio a 10 secondi dalla fine che ha scatenato il pubblico romano.Roma  sempre sotto in tutti i quattro quarti ,miglior realizzatore Rok Stipcevic  con 2/3 da due e 2/8 da tre,100 % i liberi ,malissimo Jordan Morgan,contestato con tanto di striscione offensivo Triche.

Pesaro con un Myles in splendida forma e con Ross , Musso ,Lorent e Wright in doppia cifra.

 Questo il commento di coach Dalmonte in sala stampa : «La mia analisi parte da circa sette giorni fa quando un giocatore, Triche, ha preso una decisione che tutti conosciamo. Poi durante la settimana abbiamo perso anche la seconda guardia americana per un problema fisico (Gibson). Abbiamo dovuto cambiare il nostro assetto per necessità, giocando solamente con due “ball handler” invece di tre come in passato.
Questo si è tradotto nella produzione di palle perse gratutite che ci sono costate 20 punti in contropiede da parte di Pesaro nella prima metà di gara, perdendo quei punti fermi difensivi che avavmo fino a 20 giorni fa. Abbiamo giocato con un squadra dotata di riferimenti precisi che sa cosa fare e dove andare, noi non abbiamo trasformato le nostre difficoltà nell’energia necessaria per sopperire a questo cambio di assetto. Andremo a vedere chi sarà a disposizione mercoledi, sapendo che Freeman non sarà disponibile. L’infrazione di 5”? Non è il motivo della sconfitta, questa partita ci impone delle riflessioni in una situazione di grandissima emergenza»
.

  •   
  •  
  •  
  •