Mercato Reyer Venezia: ufficiali le conferme di Peric e Recalcati

Pubblicato il autore: Alberto Pedrazzini Segui

Mercato Reyer Venezia

Il mercato Reyer Venezia si apre con due conferme che faranno felicissimi tifosi veneti. Infatti sono ufficiali le permanenze di coach Carlo Recalcati e di Hrvoje Peric. Oltre all’ex allenatore della nazionale è stato confermato il suo staff: Walter De Raffaele e Alberto Billio. La conferma del coach è stata ufficializzata nel corso della conferenza stampa visibile nel video in fondo alla pagina. L’allenatore ha poi parlato al Corriere del Veneto, dichiarando che nella scelta di rimanere ha influito molto l’affetto ricevuto dai tifosi della squadra, che non hanno mai fatto mancare il sostegno sia durante la stagione che dopo l’eliminazione subita per mano della Grissin Bon Reggio Emilia. Nel corso dell’intervista Recalcati ha parlato che del mercato Reyer Venezia: “Pensiamo di confermare il 50% del roster”.

E la prima conferma è già arrivata: si tratta di quella di Hrvoje Peric, ovvero della miglior ala grande del campionato italiano. Ecco il comunicato stampa pubblicato sul sito ufficiale della Reyer:L’Umana Reyer comunica ufficialmente con soddisfazione di aver raggiunto l’accordo per la conferma anche per il prossimo anno dell’atleta Hrvoje Peric. Per l’ala croata la prossima sarà quindi la terza stagione con la maglia orogranata. Miglior marcatore della squadra, assieme a Phil Goss, con 14,1 punti di media più 5,4 rimbalzi in 42 partite disputate, Peric è stato indicato da molti addetti ai lavori come uno dei migliori giocatori del campionato e per questo l’Umana Reyer ha dovuto vincere la concorrenza dei numerosi suoi estimatori italiani ed esteri. Come anticipato ieri dallo stesso atleta in occasione del saluto ai tifosi, che lo hanno eletto Anamu MVP della squadra orogranata per mezzo del sondaggio sul sito web ufficiale, anche la prossima stagione Peric continuerà perciò a vestire la maglia dell’Umana Reyer con la quale disputerà campionato italiano di serie A ed EuroCup.”

  •   
  •  
  •  
  •