Pistoia Caserta risultato, la Tesi Group soffre ma vince e torna capolista solitaria

Pubblicato il autore: Filippo Baldi

Pistoia Caserta
P
istoia Caserta: la cronaca.
Parte meglio Caserta spinta dagli ex di turno Cinciarini e Bobby Jones che cercano le penetrazioni centrali trovando spesso canestri facili in aria. Nelle prime fasi a prevalere è la fase difensiva dei ragazzi di coach Dell’Agnello che arrivano prima su ogni palla scavando un solco anche di cinque lunghezze che porta al primo time out di Moretti (5-10). Pistoia però si assesta in entrambe le fasi di gioco e ricuce il primo strappo costringendo questa volta il coach ospite a chiamare il time out. I ragazzi di Esposito però vogliono decisamente cambiare passo, e lo dimostrano piazzando un parziale di 10-2 in chiusura di tempo che fissa il punteggio sul 25-16.
Il secondo quarto rimane invece stabile su binari molto più equilibrati: gli attacchi trovano molte più difficoltà e la distanza tra le due squadre rimane pressappoco invariata, Caserta tocca più volte il -5 e Pistoia porta il vantaggio fino al +12, ma alla fine del quarto il disavanzo casertano è di otto lunghezze (47-39).
La squadra di Dell’Agnello però è tutto tranne che arrendevole e piazza un parziale in apertura di quarto di 11-2 che fa tremare i quattromila del PalaCarrara. In effetti la squadra ospite sembra aver spinto l’inerzia dalla sua, Hunt sotto canestro prevale sul temibile Kirk e Caserta ritorna veramente sotto chiudendo il penultimo parziale sotto di una sola lunghezza (60-59).
L’ultimo quarto è una vera e propria altalena di emozioni, la tripla di Siva in apertura di parziale lancia l’arrembaggio casertano sospinto proprio da Dario Hunt e dallo stesso Siva. Gli ospiti passano in vantaggio (trovandosi a +7 ad inizio parziale) ma si gravano di molti falli e si ritrovano a fine quarto con tre titolari a quattro falli. Pistoia non sfrutta però questo vantaggio e rischia fortemente di capitolare salvandosi in extremis con la tripla sbagliata dall’ex Cinciarini. Si va dunque al supplementare, ma ancora una volta l’inerzia rimane incerta. Siva esce per cinque falli sul finire del regolamentare e Hunt (probabilmente il migliore tra gli ospiti) lo segue all’ inizio dell’overtime. Senza i due perni della squadra ospite Pistoia prevale tecnicamente e nel caos finale porta a casa la partita grazie ad un monumentale Filloy, forse autore della miglior partita in carriera (16 punti, 10 assist e 6 rimbalzi).

Pistoia Caserta: il post partita
SALA STAMPA
DELL’AGNELLO
Abbiamo pagato un inizio scellerato dove abbiamo concesso 25 punti nei primi dieci minuti, strano perché siamo una squadra difensivamente molto solida in genere. Abbiamo perso questa partita ma avremmo potuto benissimo vincerla senza recriminare niente. Va detto che Siva era alla sua seconda presenza (la prima da titolare) e per adesso gioca ad un ritmo diverso rispetto agli altri. Nel nostro momento di maggior sforzo è mancato il tiro da tre che c’ha condannato.

ESPOSITO
Ho fatto i complimenti ai ragazzi perché Caserta è una squadra che gioca bene a pallacanestro. Non giocano solo di energia ma sono anche tecnicamente molto forti. Per una squadra giovane come la nostra è un gran bel risultato aver vinto contro una squadra d’esperienza come quella di Dell’Agnello. Siamo anche stati fisicamente in debito poiché non eravamo al massimo e gli avversari hanno sempre poco da perdere contro la prima in classifica. Adesso ci riposiamo visto che la prossima la giochiamo di lunedì e vediamo di tornare al massimo. Siamo stati superiori negli assist, nei rimbalzi e nella valutazione e questo vuol dire tanto. I nostri lunghi hanno faticato contro i lunghi avversari (Jones e Amoroso) che sono molto atipici, quindi spesso ho dovuto cambiare rapidamente i giocatori nelle due fasi di gioco, ma alla fine abbiamo dimostrato maturità

  •   
  •  
  •  
  •