Olimpia Milano mercato: Barac confermato, si punta su Kalnietis e su un centro

Pubblicato il autore: Alberto Pedrazzini

Olimpia Milano mercato

Olimpia Milano mercato in subbuglio per l’EA7 Emporio Armani. La conferma arriva direttamente da Livio Proli nel corso di un’intervista pubblicata questa mattina sulla Gazzetta dello Sport. Partiamo dalla notizia della conferma di Stanko Barac fino al termine della stagione. Come ormai è noto, il centro croato aveva si era accordato con il club lombardo fino al termine della prima fase d’Eurolega. L’ex Cedevita Zagabria doveva partire dietro a Gani Lawal (inspiegabilmente firmato nonostante non piacesse a Jasmin Repesa) e a Jamel McLean ma alla fine si è guadagnato la riconferma nonostante non sia proprio la reincarnazione di Samardo Samuels (eufemismo). Livio Proli ha confermato che Barac resterà a Milano ma la società è alla ricerca di un centro da affiancargli anche a causa dell’infortunio di Robbie Hummel, che costringerà McLean a tornare nel ruolo di ala forte. Quest’ultimo fatto potrebbe portare solamente benefici dal momento che l’ex Alba Berlino ha dimostrato di rendere meglio nel ruolo di ala-pivot rispetto a quando gioca da centro.

Olimpia Milano mercato: nomi per il nuovo pivot non sono stati ancora fatti anche se diverse settimane fa era circolato quello di Viacheslav Kravtosv, lungo in uscita dal CSKA Mosca dopo il rientro dall’infortunio di Joel Freeland. Al contrario un nome molto importante circola per il ruolo di playmaker: Mantas Kalnietis. Ecco quali sono state le parole di Proli sull’argomento: “Siamo alla ricerca di un regista da due mesi. Deve essere comunitario e siamo caldi su 3-4 nomi“. Il presidente ha poi aggiunto che non ci saranno tagli ma strapagare giocatori come Jenkins (l’indiziato n.1 a restare in tribuna nel caso arrivi un play) solamente per gli allenamenti è un delitto. Proli ha poi dichiarato l’ammontare del budget per l’Olimpia Milano mercato: 10,8 milioni lordi. Davvero troppi viste le difficoltà in Eurolega e campionato.

  •   
  •  
  •  
  •