Pistoia Venezia risultato: Pistoia festeggia il Natale da capolista

Pubblicato il autore: Filippo Baldi Segui

Pistoia Venezia

Pistoia Venezia: la cronaca.
Primo quarto che parte già dalle prime battute su ritmi offensivi forsennati, con Venezia che spara da tre e segna con continuità e Pistoia che cerca di rispondere attaccando il ferro e costruendo con pazienza. Per i lagunari parte con le marce alte Peric che però deve uscire a metà quarto per questione di falli, per i padroni di casa si fanno notare Czyz e Blackshear. Il primo parziale si chiude sul 25-22.
Anche il secondo tempo sembra aprirsi laddove s’era chiuso il primo, ma nei primi minuti il gioco da sotto di Pistoia prevale sulla frenesia di Venezia portando i padroni di casa ad avere un vantaggio di dieci lunghezze. Ci pensano però di buco le triple di Goss e Bramos a riequilibrare in un amen il match. Venezia va in bonus nelle prime battute, ma Pistoia non riesce a sfruttare questo vantaggio e chiude la prima metà della partita sul punteggio di 44-43, in vantaggio di una sola lunghezza.
Nel terzo quarto Pistoia soffre in partenza ma poi sembra di nuovo pronta a scavare il solco, tocca le cinque lunghezze di vantaggio prima di essere di nuovo raggiunta in finale di parziale (59-56). Già dalle prime battute dell’ultimo quarto si capisce che la partita si deciderà al fotofinish. Venezia impatta sul 59-59 dopo poco più di un minuto, ma ancora una volta Pistoia tira fuori il parziale che la porta a toccare il +7 a quattro minuti dalla fine. Di lì in poi (70-63), l’attacco dei padroni di casa si blocca e Venezia può rientrare fino al -2, ma ha tanta sfortuna sull’ultimo tiro di Goss che rimbalza diverse volte sul ferro tenendo in apnea il palacarrara prima di carambolare fuori per la gioia dei tifosi pistoiesi. Vince Pistoia, che sfruttando le sconfitte di Milano e Cremona, torna nel quintetto di testa.

Pistoia Venezia: sala stampa.
Recalcati
Ha vinto chi ha sbagliato meno, ci sono stati molti errori da entrambe le parti, e ciò è stato dettato anche dall’importanza della partita. Il fatto che i nostri avversari abbiano giocato più palloni vincendo la partita al rimbalzo credo abbia fatto la differenza, ora certamente se Goss avesse centrato l’ultima tripla staremo parlando della stessa partita ma con un umore diverso. Mi aspettavo una Pistoia così agguerrita e questo inizio di stagione ci dimostra che i nostri avversari sono particolarmente bravi a vincere le partite in volata.

Fabio Bongi (Vice allenatore PT)
Abbiamo battuto una squadra con un potenziale strepitoso, questi signori che sono venuti a giocare a Pistoia con la tentando il colpaccio e giocando con i titolarissimi. Nonostante la partita si sia decisa su un colpo di fortuna va sottolineata la concretezza che abbiamo dimostrato. A Bologna avevamo perso la testa nei momenti importanti mentre oggi siamo rimasti molto di più sul pezzo e alla fine abbiamo portato a casa due punti pesantissimo. Abbiamo costretto gli avversari in alcuni momenti a forzare la giocata, ma loro hanno molto più talento di noi e c’hanno punito con continuità. Però non abbiamo perso il filo, rimanendo attaccati e passando in vantaggio nei momenti decisivi. Sono contento degli elogi di Recalcati, lui è un monumento del basket italiano, certamente abbiamo una squadra che nel momento importante sa sempre cosa fare. Siamo alle final Eight e siamo sempre più vicini alla salvezza, guardiamo avanti.

  •   
  •  
  •  
  •