Brindisi batte Cantù (86-68) e sale in zona play-off

Pubblicato il autore: Giovanni Cardarello Segui
Brindisi batte Cantù 86-68 e si affaccia in zona play-off

Brindisi batte Cantù 86-68 e si affaccia in zona play-off

Brindisi batte Cantù e si aggiudica senza affanni uno scontro diretto che le consente di staccare un biglietto per l’ingresso in zona play-off in attesa di un’altra gara cruciale, quella che si disputerà tra due settimane contro Venezia.

La gara inizia con un monologo Enel. Va tutto bene ai padroni di casa che subito riescono a prendere il largo, nonostante qualche titubanza iniziale e i tre liberi su quattro sbagliati da Scott. A smuovere la gara è capitan Zerini che mette al 3′ la tripla del 4-2. Il ritmo cresce fino alla bomba di Banks che segna l’11-6 a metà del tempo. Quando Anosike va a schiacciare, all’8′ il punteggio è già sul 17-8. Per Cantù c’è solo Johnson. Massimo vantaggio Brindisi +12, alla fine del primo quarto sul 26-14.

Leggi anche:  Marco Belinelli alla Virtus Bologna: clamoroso ritorno in patria. Ecco i dettagli dell'affare

Cantù è in tilt anche in apertura del secondo quarto, ma si riprende nella seconda metà. Il risultato resta fermo per i primi due minuti. Lo sblocca Gagic con il suo primo punto della partita, uno su due dalla lunetta. I primi due punti per Cantù arrivano dopo quattro minuti con Heslip. E poi ancora lui da 3 per il 31-19 al 15′. Risponde Cournooh da tre, ma ancora Heslip da 3. Abbass mette il canestro del -8. Fesenko segna il -6 al 18′. Finisce 43.34.

Nel terzo quarto l’inerzia non cambia. Brindisi realizza 22 punti, l’Acqua Vitasnella solo 14: alla fine l’Enel è avanti di 17 punti (65-48). Il finale è solo Brindisi: a metà dell’ultimo quarto il distacco è di 24 punti. Finisce 86-68.

IL TABELLINO Enel Brindisi-Acqua Vitasnella Cantù 86-68 (26-14; 17-20; 22-14; 21-20).

Leggi anche:  Marco Belinelli alla Virtus Bologna: clamoroso ritorno in patria. Ecco i dettagli dell'affare

Brindisi: Banks 11, Reynolds 13, Scott 20, Cournooh 8, Harris 2, Cardillo, Milosevic 10, Fiusco, Gagic 7, Zerini 9, Anosike 6 Marzaioli. All.: Bucchi.
Cantù: Ukic 11, Abass 6, Heslip 16, Zugno, Wojciechovski, Cesana, Johnson 14, Tessitori, Fesenko 12, Hodge 9. All. Bazarevich.

Arbitri: Taurino, Sardella, Bettini.
Tiri da 3: Brindisi 7/16; Cantu’ 6/23.
Tiri liberi: Brindisi 17/28; Cantu’ 0/6;
Rimbalzi: Brindisi 38; Cantu’ 28.
Usciti per 5 falli: Abass.

Dal sito ufficiale della Pallacanestro Cantù Coach Bazarevich commenta così la gara della sua Acqua Vitasnella: “Questa sera abbiamo subito una brutta sconfitta. Abbiamo dimostrato un atteggiamento troppo morbido e non siamo mai riusciti a difendere i loro 1 c 1. Credo che si possano commettere degli errori, ma non possiamo giocare con questo atteggiamento per 40 minuti consecutivi. A due giocatori con esperienza come Ukic e Hodge chiedo di essere maggiormente concentrati in partite come questa perché è nei momenti difficili che devono dimostrare di essere un punto di riferimento per tutti i compagni di squadra. Certo non ci ha aiutato nemmeno la nostra prestazione ai liberi, visto il nostro 0 su 6 a confronto del 17 su 28 dalla lunetta di Brindisi. A giudicare dal risultato negativo probabilmente la squadra sta vivendo una crisi di identità. La bella vittoria a Sassari ha forse portato la nostra formazione a sopravvalutare le sue attuali capacità e le successive sconfitte sono state dure da affrontare e hanno riportato il morale a terra. Mi sento di chiedere scusa ai nostri tifosi che ci hanno seguito fino a qui, perché non abbiamo dimostrato loro rispetto con questa prestazione. L’obiettivo delle prossime due settimane sarà quindi allenarci per poter integrare i nostri due nuovi acquisti e preparare al meglio i prossimi incontri.

  •   
  •  
  •  
  •