Serie A basket: Reggio per la vetta solitaria, di fronte i decani Pancotto-Recalcati

Pubblicato il autore: Giacomo Garbisa Segui
basket mercato

Kenneth Kadji, ritorno a Sassari

Quarta giornata del girone di ritorno, la Grissin Bon Reggio Emilia a caccia della vetta solitaria approfittando del rinvio (10 marzo) di EA7 Armani Milano-Pasta Reggia Caserta per l’inagibilità del PalaDesio.

Entra sempre più nel vivo la serie A di basket e Reggio, capolista a 26 punti in coabitazione con Milano, ospita al PalaBigi la Betaland Capo d’Orlando, terzultima a 12 ma reduce dalla doppia vittoria su Venezia e Bologna (30 Bowers in due partite). Favori del pronostico per i vice campioni d’Italia, imbattuti in casa e col terzo miglior attacco interno del torneo (82.5). Restando nelle prime quattro posizioni in classifica, impegni tutt’altro che agevoli per la Vanoli Cremona, terza a 24, e per la Giorgio Tesi Group Pistoia, quarta con gli stessi punti dei lombardi. Cremona, reduce dalla brutta sconfitta di Caserta, ospita nel posticipo televisivo delle 20.45 su Raisport1 un’Umana Reyer Venezia (ancora out Peric e Green, recupera Ress) alla ricerca di punti per risalire la china e dare continuità al successo su Torino visto che da un girone esatto non inanella due vittorie di fila (Cremona-Sassari). Di fronte i decani della panchina in campionato: Cesare Pancotto con 944 presenze e Carlo Recalcati con 917. Impegno forse ancor più probante per Pistoia, scottata dallo stop interno con Trento, che fa visita nell’anticipo delle 12 su SkySport1HD alla lanciatissima Sidigas Avellino: gli irpini sono gli unici ancora imbattuti nel girone di ritorno, hanno espugnato il Forum di Milano dopo 41 partite di imbattibilità e stanno trovando grande continuità offensiva da Nunnally, secondo miglior realizzatore del torneo con 17.9 di media.

Nella parte alta della classifica la Dolomiti Energia Trento, quinta a 22 punti e reduce dallo storico accesso agli ottavi di Eurocup, ospita un’Enel Brindisi in piena fase involutiva (record 1-3 nel ritorno) e costretta ad inseguire la zona playoff staccata di due punti (coach Piero Bucchi a una sola vittoria dalle 350 in serie A) dall’ottavo posto occupato oggi dai campioni d’Italia della Dinamo Banco di Sardegna Sassari, sconfitti proprio sette giorni fa al PalaPentassuglia. Sardi che ricevono l’Openjobmetis Varese (due sconfitte fra Milano e Pesaro) in un incrocio fra deluse: Sassari, che ha ancor di più rivoluzionato il roster rilasciando Eyenga finito alla Manital Torino e MarQuez Haynes destinazione Panathinaikos ingaggiando al loro posto il figliol prodigo Kadji (da Brindisi) ed il play Akognon all’esordio in Italia, ha bisogno di dare un senso alla propria stagione visto che neanche l’esonero del coach del triplete Meo Sacchetti (al suo posto Marco Calvani) ha portato i risultati sperati. Chiudono il quadro Torino-Acqua Vitasnella Cantù che, senza i tifosi canturini residenti in Lombardia cui è stata vietata la trasferta per motivi di ordine pubblico, mette di fronte il fanalino piemontese (10) e i brianzoli alla ricerca di quel tanto agognato amalgama che, una volta trovato da coach Bazarevich, potrebbe davvero trasformare Abass e compagni nella mina vagante del torneo. Sfida salvezza tra l’Obiettivo Lavoro Bologna, che si aggrappa al gigante Pittman (14.4 punti più 7.2 rimbalzi), e la Consultinvest Pesaro del top scorer Austin Daye (22.8), entrambe appaiate a 12 punti e in cerca di ossigeno e di vittorie negli scontri diretti.

  •   
  •  
  •  
  •