Serie A Basket: scoppia la polemica tra Basile, Sassari e Reggio Emilia

Pubblicato il autore: Alberto Pedrazzini Segui

serie a basket

Ultimamente la serie A basket è un pozzo senza fine di polemiche. Nel derby di due settimane fa tra EA7 Emporio Armani Milano e Openjob Metis Varese c’era stata l‘espulsione di Paolo Moretti con tanto di faccia a faccia con Jasmin Repesa. Negli ultimi giorni un’ulteriore polemica è scoppiata all’interno del mondo del basket tricolore. Tutto è nato da Gianluca Basile, che nel corso di un’intervista a “Il Resto del Carlino” aveva dichiarato quanto segue in riferimento alle finali scudetto 2015: “A Reggio Emilia è mancato qualcuno nel momento decisivo che riuscisse a fare canestro. Sassari ha giocato male per tutta la serie poi Dyson e Logan, quasi da soli, hanno vinto le altre partite. Penso che per il basket italiano questo non sia stato positivo. Se l’avesse spuntata la Grissin Bon altre squadre, forse, avrebbero seguito l’esempio dei biancorossi cambiando il modo di costruire le squadre. In questo modo è passato il messaggio che l’atleltismo prevale sulla tecnica e si continueranno a costruire squadre come Sassari. Io, al contrario, non condivido quell’idea e sposo il progetto di Reggio Emilia“. Mai banale il Baso quando decide di parlare e infatti le sue dichiarazioni hanno provocato un’onda di indignazione dei tifosi sassaresi sui social.

Leggi anche:  Marco Belinelli alla Virtus Bologna: clamoroso ritorno in patria. Ecco i dettagli dell'affare

A nulla è servita la rettifica della guardia di Capo d’Orlando:Lungi da me togliere meriti alla Dinamo Sassari per i recenti successi ottenuti, anzi ne approfitto ancora una volta per fare i complimenti al club sardo. La Dinamo si è costruita una posizione nel campionato italiano grazie a sforzi propri e l’ha fatto in poco tempo conquistando i vertici della serie A basket. La Sardegna, luogo che amo e in cui spesso passo le vacanze, è una terra in cui la passione per lo sport e l’orgoglio per le tradizioni si fondono in maniera perfetta. Le mie parole erano riferite alla costruzione dei due roster, personalmente preferisco l’idea che sta alla base del progetto della Grissin Bon Reggio Emilia, club che s’ispira a una pallacanestro più europea ma alla fine nello sport chi vince ha sempre ragione. Non era mia intenzione attribuire alcuna responsabilità al Banco di Sardegna Sassari sulle vicissitudini della pallacanestro italiana, che tra l’altro manifesta certe tendenze ormai da più di più dieci anni“.

Leggi anche:  Marco Belinelli alla Virtus Bologna: clamoroso ritorno in patria. Ecco i dettagli dell'affare

Serie A basket: ad aggiungere benzina sul fuoco ci ha pensato Amedeo Della Valle, in un’intervista rilasciata a “Il Corriere dello Sport“: “Il Banco di Sardegna ha vinto lo scudetto e bisogna dargli tutto il credito che merita per questo. Ma sono d’accordo con Gianluca quando parla dei problemi e della necessità di far giocare di più i nostri atleti. Come ha fatto la Reggiana nella passata stagione di serie A basket. In finale Logan e Dyson hanno vinto quasi da soli e non c’è stato un italiano della Dinamo che ha fatto la differenza. Da noi sì. Il pensiero di Basile è molto forte ma ha detto la verità. Perché dovrebbe aver paura di esprimere il proprio pensiero? E neppure io ho paura di dire la verità“. Apriti cielo parte seconda dopo le affermazioni della guardia della nazionale italiana, le quali hanno scatenato ancor di più i commenti dei tifosi della Dinamo in un clima di polemica che non dovrebbe far parte di uno sport come il basket.

Leggi anche:  Marco Belinelli alla Virtus Bologna: clamoroso ritorno in patria. Ecco i dettagli dell'affare

 

  •   
  •  
  •  
  •