Dinamo Sassari: la stagione nera continua con le dimissioni di Calvani

Pubblicato il autore: Alberto Pedrazzini Segui

dinamo sassari

Sembra lontana anni luce gara 7 delle finali scudetto 2015 tra la Dinamo Sassari e la Grissin Bon Reggio Emilia che si concluse con la vittoria dei sardi, i quali diventarono campioni d’Italia per la prima volta nella loro storia. In realtà non è passato nemmeno un anno ma la pessima stagione della Dinamo Sassari fa si che la vittoria dello scudetto sia lontanissima nel tempo. Sì perché ieri c’è stato l’ultimo capitolo (fino ad adesso) della nerissima annata della società del patron Stefano Sardara. David Logan e compagni sono stati battuti sul proprio campo per 85-91 dalla Virtus Bologna. Sassari ha subito 91 punti in casa dalla terzultima squadra della Legabasket. Questo K.O. è stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso per Marco Calvani. Il coach ha annunciato di aver dato le proprie dimissioni nel corso della conferenza stampa post-partita: “Qui alla Dinamo Sassari ho trovato delle persone splendide. Mi hanno dato la possibilità di lavorare, le dimissioni non rientrano nel mio vocabolario ma quando ti trovi di fronte persone oneste che hanno fatto tanto per la Dinamo devo essere altrettanto onesto, se il problema sono io allora mi faccio da parte. Il presidente Sardara di è riservato di prendere una decisione“. L’ex allenatore della Virtus Roma ha continuato dicendo: “Non penso di essere io il problema e sarei molto più arrabbiato con me se potessi pensare che avrei potuto lavorare di più. Tutto ciò è molto frustrante, è l’ammissione di una sconfitta ma lo devo alla società e ai tifosi, se rappresento un problema mi tiro fuori“.

Leggi anche:  Marco Belinelli alla Virtus Bologna: clamoroso ritorno in patria. Ecco i dettagli dell'affare

Dopo la partita Stefano Sardara ha affidato a Facebook la sua reazione: “Oggi fischi più che meritati, chiedo scusa ai tifosi!“. Questa mattina la Dinamo Sassari ha ufficializzato sul proprio sito internet che alle 12 verrà tenuta una conferenza stampa alla quale parteciperà lo stesso presente, il quale annuncerà se le dimissioni di Marco Calvani sono state accettate e nel caso quale sarà il suo sostituto (per il quale si parla di un possibile ritorno di Meo Sacchetti, ancora sotto contratto con la Dinamo Sassari). Di certo la giornata di ieri è stata un ulteriore gradino all’interno di una scala disgraziata. Infatti la stagione ’15-’16 era iniziata male con la sconfitta nelle semifinali di supercoppa italiana contro la Grissin Bon Reggio Emilia. Dopodiché è arrivata l’imbarazzante Eurolega giocata dai campioni d’Italia in carica, che non sono riusciti a portarsi a casa nemmeno un successo. Dopo l’esonero di Meo Sacchetti le cose non sono cambiate e nemmeno la rivoluzione del roster biancoblu (fuori Haynes ed Eyenga e dentro Mitchell, Kadji, Akognon) non ha portato i risultati sperati né in Eurocup né in campionato. In Coppa Italia, nonostante i proclami di Sardara, la Dinamo Sassari è stata eliminata ai quarti di finale dalla Vanoli Cremona. E così siamo arrivati al K.O. interno contro la Virtus Bologna e alle dimissioni di Marco Calvani.

Leggi anche:  Marco Belinelli alla Virtus Bologna: clamoroso ritorno in patria. Ecco i dettagli dell'affare

La formazione sarda era data da tutti come la favorita per la vittoria dello scudetto 2016 ma evidentemente qualcosa è andato storto. Al momento Brian Sacchetti e compagni sarebbero fuori dai playoff visto che sono noni in classifica, urge un cambio di rotta per evitare brutte sorprese.

  •   
  •  
  •  
  •