Premi serie A basket: James Nunnally è l’MVP del campionato

Pubblicato il autore: Alberto Pedrazzini Segui

basket serie a

Oggi sono stati ufficializzati i premi serie A basket Partiamo da James Nunnally (foto tratta da tuttosport.com), scelto come MVP del campionato. Lo statunitense è stato uno dei grandi protagonisti della stagione della Sidigas Avellino e ha ottenuto 90 voti. In seconda posizione Davide Pascolo della Dolomiti Energia Trento con 41 voti davanti a Krunoslav Simon dell’Olimpia Milano con 38. Della Sidigas è anche il miglior dirigente, Nicola Alberani (122 voti) davanti ad Andrea Conti della Vanoli Cremona con 48 e Salvatore Trainotti della Dolimiti Energia Trento con 65. I premi individuali rendono merito alla straordinaria stagione della formazione campana, che ha terminato il campionato in terza posizione con 40 punti, a due sole lunghezze di distanza dalla Grissin Bon Reggio Emilia.

Premi serie A basket: l’altra grande sorpresa di questa stagione è stata la Vanoli Cremona, il cui coach Cesare Pancotto è stato premiato come miglior allenatore del campionato con 146 voti davanti ai 134 di Stefano Sacripanti della premiatissima Avellino e ai 49 di Vincenzo Esposito della Giorgio Tesi Group Pistoia. Chiude la girandola dei riconoscimenti quello per il miglior under 22. Ad ottenerlo è Diego Flaccadori della Dolomiti Energia Trento. Il 20enne ha ottenuto 187 voti, secondo classificato Simone Fontecchio della Obiettivo Lavoro Bologna (83 voti) mentre terzo è arrivato Tommaso Laquintana della Betaland Capo d’Orlando. A votare sono stati gli allenatori, i general manager e i capitani delle 16 squadre di basket serie A e una giuria di giornalisti selezionati.

Come ovvio che sia sono molti i nomi illustri lasciati fuori dai premi serie A basket. Come prima cosa spicca il fatto che la prima e la seconda classificata, rispettivamente EA7 Emporio Armani Milano e Grissin Bon Reggio Emilia, abbiano ottenuto solamente Kruno Simon sul gradino più basso del podio della classifica come miglior giocatore. Dunque nessun riconoscimento per la seconda classificata della serie A. Anche l’assenza di Austin Daye lascia un po’ perplessi. L’ex San Antonio Spurs ha trascinato la Consulinvest Pesaro alla salvezza ed è stato il miglior realizzatore del campionato con 21.3 punti di media a partita. E che dire della Giorgio Tesi Group Pistoia, nessun dirigente è stato premiato per aver costruito un roster che è stato capace di arrivare fino ai playoff mentre si è preferito inserire Salvatore Trainotti nonostante il campionato di Trento sia stato tutto fuorché esaltante come invece è stata la sua annata europea.

  •   
  •  
  •  
  •