Pallacanestro Cantù: Luca Banchi è la scelta giusta

Pubblicato il autore: Alberto Pedrazzini Segui

pallacanestro cantù

L’immobilismo della Pallacanestro Cantù sul mercato sta preoccupando molto i tifosi. Ad oggi gli unici colpi del club brianzolo sono stati l’ingaggio di Gani Lawal e il rinnovo di JuJuan Johnson mentre ci sono squadre come l’Olimpia Milano o la Reyer Venezia che hanno già completato il roster per la prossima stagione. Il basket mercato di Cantù è stato bloccato dalla questione allenatore. Il patron Gerasimenko si è impuntato cercando di portare in Brianza Rimas Kurtinaitis. Il coach è stato esonerato dal Khimki nel corso della passata stagione ma è ancora sotto contratto con la corazzata russa. Sembrava che la situazione si fosse risolta a inizio settimana ma alla fine il coach lituano non è riuscito al liberarsi. Per questo motivo la Pallacanestro Cantù, a meno di clamorosi colpi di scena, ha cambiato obiettivo. Infatti sembra essere a un passo l’accordo con Luca Banchi, il cui contratto con l’Olimpia Milano è scaduto il 30 giugno 2016. L’allenatore nato a Grosseto è reduce da un anno di inattività dopo l’esonero avvenuto al termine della stagione ’14/’15. A inizio 2016 sembrava che Banchi dovesse diventare il CT della nazionale Under 20 ma alla fine l’accordo saltò.

Perché Luca Banchi è la scelta giusta per la Pallacanestro Cantù

Luca Banchi non deve essere considerato un ripiego. Anzitutto è un coach di tutto rispetto, che in carriera ha vinto due scudetti: uno nel 2013 con Siena e uno nel 2014 con Milano. Parlando di Banchi in molti ricordano solamente la disastrosa annata ’14/’15 alla guida dell’Olimpia. Vero, verissimo, ma tutti i successi passati? Banchi vinse con una Montepaschi lontana parente di quella schiacciasassi allenata da Simone Pianigiani e nella sua prima stagione a Milano riportò lo scudetto dopo 18 anni di assenza. In molti casi fu aiutato dalla fortuna (il tiro di Jerrells in gara 6) ma alla fine ebbe ragione lui. Poi quell’EA7 giocò un’Eurolega fantastica, conquistando i playoff e venendo eliminata dal Maccabi Tel Aviv di David Blatt futuro campione d’Europa. Luca Banchi potrà dare alla Pallacanestro Cantù una grande identità difensiva e chissà che l’anno di inattività non lo abbia fatto ricredere sul suo attacco troppo spesso incentrato su soluzioni personali.

  •   
  •  
  •  
  •