Kurtinaitis è il nuovo coach di Cantù

Pubblicato il autore: Giovanni Cardarello Segui

Kurtinaitis coach CantùRimas Kurtinaitis è il nuovo allenatore della Pallacanestro Cantù. Lo ha annunciato il club biancoblù con una nota sul suo sito web. Il 55enne lituano, che nelle ultime 5 stagioni ha allenato il Khimki Mosca vincendo due Eurocup, da giocatore è stata una leggenda del basket europeo. Con la maglia dello Zalgiris Kaunas, indossata consecutivamente dal 1983 al 1989, l’allora guardia ha conquistato per tre volte il titolo sovietico (nel 1985, 1986 e 1987). Dopo l’esperienza ad Hagen, in Germania, il lituano è passato nel 1993 al Real Madrid vincendo con la compagine spagnola due scudetti (1994 e 1995) e un EuroClub (1995). Kurtinatis ha inoltre giocato sia con la Nazionale Sovietica sia con quella Lituana partecipando a tre Olimpiadi, tutte concluse con una medaglia (oro con l’Urss a Seul nel 1988, bronzo con la Lituania nel 1992 e nel 1996), a un Campionato Mondiale nel 1986 (terminato al secondo posto) a quattro campionati europei, anch’essi tutti chiusi con una medaglia (oro con l’Urss nel 1985, argento sempre con l’Unione Sovietica nel 1987 e con la Lituania nel 1995, bronzo con l’Unione Sovietica nel 1989).

Kurtinaitis coach Cantù, la Carriera da allenatore

2002-2006 Gala BC Baku (Azerbaijan)
2006-2007 Ural Great Perm
2007 Sakalai Vilnius
2007-2008 Slask Wroclaw
2008-2010 Lietuvus Rytas Vilnius
2010-2011 Vef Riga
2011-2016 Khimki Moscow Region
2016 Pallacanestro Cantù

Kurtinaitis coach Cantù, la parole di Gerasimenko

Sono veramente felice -ha commentato il presidente della pallacanestro Cantù, Dmitry Gerasimenko- che uno dei migliori allenatori in Europa, che ha conquistato nella sua carriera ben tre Eurocup, abbia accettato la proposta di guidare la nostra squadra. Sono convinto che Kurtinaitis, con la sua esperienza e la sua mentalità vincente, ci aiuterà nelle prossime due stagioni a riportare Cantù ad alti livelli sia Italia sia in Europa. E’ un primo passo importante in questa direzione, ma ora dobbiamo continuare ad impegnarci e a lavorare duramente per perseguire questo obiettivo“.

  •   
  •  
  •  
  •