Olimpia Milano: Fontecchio è l’ennesimo infortunato della stagione

Pubblicato il autore: Alberto Pedrazzini Segui

olimpia milano

Incredibile ma vero: un altro infortunato in casa Olimpia Milano. Simone Fontecchio è tornato dalla pessima trasferta a Tel Aviv con una frattura metacarpale della mano destra. L’ex Virtus Bologna è già stato operato e nei prossimi giorni inizierà la riabilitazione con i tempi di recupero che sono stimati in quattro settimane. Davvero una stagione maledetta quella dell’Olimpia Milano per quanto riguarda gli infortuni. “Andare sul mercato? No, meglio a Lourdes“: ha detto il presidente Livio Proli dopo la notizia del K.O. di Simone Fontecchio. Davvero un peccato che il classe 1995 debba fermarsi sul più bello dopo che si era conquistato minuti e fiducia nel corso di una stagione iniziata a scaldare la panchina. Il talento azzurro è il quarto esterno fermo ai box per infortunio: Zoran Dragic ha finito anzitempo la sua annata a causa della rottura del legamento crociato.  Kruno Simon è fermo da tempo. Decisamente più vicino è il rientro di Mantas Kalnietis. Il lituano sarà assente nel match di domani contro la Dinamo Sassari ma dovrebbe trovare spazio per la gara di campionato contro la Vanoli Cremona. Nelle passate settimane si sono dovuti fermare per vari infortuni anche Bruno Cerella, Rakim Sanders, Milan Macvan e Miroslav Raduljica. Quasi tutti i giocatori dell’Olimpia Milano sono stati vittima di problemi fisici: un concorso di colpa tra sfortuna e una  lunghissima stagione composta da moltissime gare.

Olimpia Milano: il caso Kruno Simon

Kruno Simon preoccupa molto i tifosi dell’Olimpia Milano. L’ultima partita europea giocata dalla guardia croata risale al 9 febbraio contro l’Anadolu Efes, nella quale segnò 4 punti, consegnò 8 assist e perse 5 palloni in 17 minuti sul parqut. In campionato non si vede dalla sconfitta contro la Sidigas Avellino del 30 gennaio. Simon ha saltato anche la Coppa Italia e l’Olimpia Milano ha rischiato di non conquistare il secondo trofeo stagionale dopo la Supercoppa Italiana senza il proprio miglior giocatore. L’ex Unicaja Malaga ha un problema alla schiena e nelle scorse settimane si era parlato di un suo rientro per la trasferta contro il Maccabi ma a Tel Aviv non è sceso in campo. La Gazzetta dello Sport ha pubblicato la notizia che il rientro di Simon è slittato di altre due settimane e potrebbe essere fissato per la gara in casa contro il Bamberg di Niccolò Melli e Andrea Trinchieri. Ora l’Olimpia Milano è in piena emergenza e domani dovrà affrontare una partita molto difficile sul campo della Dinamo Sassari, che sarà in cerca di vendetta dopo la sconfitta nella finale di Coppa Italia. Coach Repesa avrà a disposizione solamente cinque esterni (Andrea Cinciarini, Ricky Hickman, Awudu Abass, Rakim Sanders e Bruno Cerella) e tre lunghi e mezzo (Davide Pascolo, Milan Macvan, Jamel McLean e il mezzo Miroslav Raduljica). L’EA7 sta temporeggiando sul mercato in attesa della giusta occasione. Difficilmente l’innesto sarà fatto nel settore degli esterni dove si aspetterà il rientro degli infortunati, anche considerano l’ampio vantaggio in campionato sulla seconda in classifica (10 punti). Molto più probabilmente si cercherà un lungo visto che il rendimento di Raduljica non è mai stato sopra il livello della sufficienza.

  •   
  •  
  •  
  •